Il retroscena di Grosjean: “Vettel mi scrisse alle 3 di notte”

Grosjean ha raccontato a distanza di qualche settimana un’interessante retroscena su Sebastian Vettel e la sua fuga da Melbourne.

Sebastian Vettel (Getty Images)
Sebastian Vettel (Getty Images)

Il Gran Premio di Melbourne è saltato un po’ all’improvviso, dopo che la McLaren si era ritirata a causa della positività al coronavirus di un proprio dipendente. In questi giorni però spesso si sono rincorse voci che volevano Sebastian Vettel già in partenza prima ancora dell’annuncio ufficiale degli organizzatori dell’annullamento del GP.

Intervistato dal fotografo Kym Illman, Romain Grosjean ha così raccontato in merito alla questione: “Le voci sono cominciate giovedì sera e quella notte non dormito molto bene. Alle tre del mattino chattavo con Vettel su WhatsApp e gli ho chiesto dove fosse e perché era sveglio. Mi ha risposto che stava andando all’aeroporto e che la gara sarebbe stata cancellata”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Grosjean spera presto di ritornare a correre

Il pilota francese ha raccontato di essere rimasto colpito dal messaggio di Vettel e di aver fatto presente al tedesco che la gara non era stata ancora annullata. A quanto pare però Seb a quel punto gli avrebbe risposto: “La mia squadra mi ha detto che potevo andarmene e allora me ne sono andato”.

Infine Grosjean ha fatto una riflessione sul brutto momento che il mondo sta vivendo: “Il quadro generale è molto più importante dell’andare a correre, anche se mi sento molto strano a stare a casa in questo periodo dell’anno. Per me è come se fosse gennaio, quando sono a casa e faccio la preparazione e l’allenamento, poi a febbraio vado ai test invernali e da marzo comincio a correre, ma siamo quasi ad aprile e sono a casa. Resta solo da aspettare e capire come evolverà la situazione”.

Antonio Russo

Ferrari (Getty Images)
Ferrari (Getty Images)