Kiara Fontanesi: “Coronavirus? Ora sono diventati tutti atleti”

Kiara Fontanesi ha analizzato la difficile situazione che si è venuta a creare in Italia a causa del Coronavirus strigliando alcuni furbetti.

Kiara Fontanesi (Getty Images)
Kiara Fontanesi (Getty Images)

Kiara Fontanesi è finalmente tornata in pista. La rider di Parma ha sin da subito dimostrato di non aver perso il vecchio smalto. Dopo i 6 titoli vinti in WMX e la piccola Skyler appena nata, la ragazza è tornata a calcare le piste di mezzo mondo.

Come riportato da La Gazzetta dello Sport Kiara Fontanesi, parlando della situazione legata al Coronavirus che costringe tanti italiani a restare a casa ha così dichiarato: “Durante l’anno vedo poche persone fare attività fisica all’aperto. Con questa quarantena, invece, sembrano diventati tutti atleti, come se fosse indispensabile. Io e ad altri atleti non ci stiamo allenando e stiamo rinunciando al nostro lavoro. Penso che anche i non professionisti possono farlo”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Fontanesi: “Ho allattato sino a 1 ora dalla gara”

La giovane rider ha poi proseguito: “Credevo che il mio punto debole sarebbe stata la mia tenuta fisica, in realtà è stata il punto forte nelle prime gare. Non ricordo di aver mai cominciato il Mondiale così pronta. Sto ancora allattando, stavo cominciando a diminuire, ma visto gli allenamenti sospesi ho ricominciato. Tutti mi dicevano che l’allattamento è stancante, io l’ho fatto sino a 1 ora prima della gara, ma in moto mi sono sentita bene”.

Infine Kiara Fontanesi ha così così commentato: “La Duncan non ha dimostrato di essere superiore. Io, lei, la Papenmeier e la Van De Ven siamo sullo stesso livello. Inoltre io vengo da un anno di stop, quindi ho enormi margini di miglioramento. Ho perso un po’ il feeling con le partenze e la staccata, ma con qualche gara recupererò anche questo”.

Antonio Russo

Kiara Fontanesi (Getty Images)
Kiara Fontanesi (Getty Images)