La prima monoposto Ferrari di F1 guidata da Michael Schumacher, la 412 T2, finisce all’asta con un prezzo per ora ancora top secret.

Ferrari (Getty Images)
Ferrari (Getty Images)

Michael Schumacher è arrivato in Ferrari nel 1996, ma già nel ’95 aveva avuto il piacere di guidare una Rossa in alcuni test. La prima vettura di Maranello guidata dal Kaiser fu per l’esattezza la 412 T2. Dopo quell’esperienza il pilota tedesco impiegò 4 stagioni prima di costruire una delle serie vincenti più lunghe nella storia della F1 con 5 Mondiali piloti e 6 costruttori vinti consecutivamente.

La Ferrari 412 T2, a suo tempo, fu guidata da Berger e Alesi e tra alti e bassi riuscì a raccogliere in quella stagione una sola vittoria in Canada. Proprio il successo di Montreal fu anche l’ultimo per una monoposto 12 cilindri.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Una monoposto da sogno

Proprio quella vettura così iconica è stata messa all’asta. Per ora il prezzo di partenza è top secret, anche se si stima che si arriverà a pagarla diversi milioni di euro. L’asta verrà curata dalla Girardo & Co., da sempre specializzata in questo genere di compravendite.

La 412 T2 è completamente restaurata e sarà un autentico gioiellino per il fortunato compratore che potrà permettersela. Curiosamente il debutto di quella monoposto fu proprio il 26 marzo di 25 anni fa in Brasile. In quell’occasione vinse proprio Michael Schumacher, che all’epoca correva per la Benetton, davanti a Coulthard e Berger.

All’epoca però il tedesco e il britannico furono squalificati consegnando di fatto la vittoria a Berger su Ferrari a causa di presunte irregolarità con la benzina. Dopo due settimane però la FIA annullò le squalifiche ripristinando la vecchia classifica e relegando di fatto nuovamente la 412 T2 al suo terzo posto.

Antonio Russo

Michael Schumacher (Getty Images)
Michael Schumacher (Getty Images)