Fine della quarantena, i meccanici McLaren stanno per tornare a casa

A seguito del caso di positività riscontrato alla McLaren, quattordici uomini del team erano stati costretti in isolamento, ma ora possono tornare a casa

I meccanici McLaren al lavoro nella corsia dei box di Melbourne al Gran Premio d'Australia di Formula 1 (Foto Charles Coates/Getty Images)
I meccanici McLaren al lavoro nella corsia dei box di Melbourne al Gran Premio d’Australia di Formula 1 (Foto Charles Coates/Getty Images)

Erano stati costretti ad una quarantena stretta di due settimane per via della positività accertata al coronavirus di uno dei loro uomini: la stessa che, in ultima analisi, aveva costretto l’organizzazione della Formula 1 a cancellare il Gran Premio d’Australia.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ora, però, a due settimane di distanza i quattordici uomini della McLaren rimasti in isolamento a Melbourne, insieme ad alcuni dei dirigenti del team che erano rimasti sul posto volontariamente per offrire il loro sostegno, possono rientrare nelle loro case in Gran Bretagna.

Tutti gli uomini della McLaren stanno bene

Sette di loro erano stati obbligatoriamente sottoposti al tampone ma tutti erano risultati negativi: “Stanno bene”, afferma ancora oggi il team principal Andreas Seidl. “Sono rimasto con loro per qualche giorno in più e alcuni dirigenti della squadra sono ancora lì. Tutti coloro che sono stati esaminati sono risultati negativi e questa è una notizia fantastica. La persona risultata positiva ora si sente bene e non vediamo l’ora di riaccoglierli tutti in Inghilterra questa settimana”.

Leggi anche —> Ecco gli esiti del tampone: come stanno gli uomini McLaren in quarantena

Seidl ha chiarito anche che la McLaren ha ricevuto una speciale dispensa dalla decisione di congelare lo sviluppo delle vetture anche nella prossima stagione: le sarà infatti consentito di apportare modifiche alla sua monoposto 2020 per consentirle di ospitare i motori Mercedes, la cui fornitura è stata confermata proprio per la prossima stagione.

Il proprietario della McLaren, Zak Brown, con il team principal, Andreas Seidl, nel paddock del Gran Premio d'Australia di Formula 1 a Melbourne (Foto Charles Coates/Getty Images)
Il proprietario della McLaren, Zak Brown, con il team principal, Andreas Seidl, nel paddock del Gran Premio d’Australia di Formula 1 a Melbourne (Foto Charles Coates/Getty Images)