Coronavirus, la frase di Marc Marquez che scatena polemiche

0
33545

Marc Marquez e suo fratello Alex condividono la casa e la cura dei loro due cani. Ma una frase ha suscitato delle polemiche.

Marc Marquez all'incontro con la stampa della Honda a Madrid (Foto Gabriel Bouys/Afp/Getty Images)
Marc Marquez all’incontro con la stampa della Honda a Madrid (Foto Gabriel Bouys/Afp/Getty Images)

Dal 15 marzo Marc e Alex Marquez sono nella loro casa a Cervera per isolarsi dalla pandemia di Coronavirus. Lasciano la loro abitazione solo per recarsi nella loro palestra privata situata a 100 metri da casa loro e per portare a spasso i loro due cani come milioni di persone.

Lo stesso Marc ha spiegato domenica scorsa a DAZN come sta gestendo questo isolamento: “Ho colto l’occasione per organizzare la mia stanza. Esco di casa e vado in palestra in auto, sono 100 metri e lì mi alleno. Diventa duro, ma è tutto a causa di un atto di responsabilità. Questa è anche una lezione di vita, per tutti noi, ci unirà molto di più. I veri eroi sono i medici e sanitari. Li apprezzeremo molto di più in futuro”.

Leggi anche -> Marc Marquez: “Jorge Lorenzo aveva paura della Honda”

Le accuse di fan e animalisti

Ma a far discutere sui social sono anche le sue dichiarazioni rilasciate due giorni fa in merito ai cani di suo fratello Alex. “Il confinamento è difficile. A volte, mio fratello mi presta i cani e io vado a fare una passeggiata  ma devo essere responsabile e rimango a casa”. Numerosi media sportivi hanno usato quest’ultima frase relativa ai “cani” del fratello di Marc come titolo e molti fan lo hanno accusato di approfittare degli animali domestici di Alex come scusa per uscire fuori casa.

A causa della controversia, Marc non aveva altra scelta che fare un chiarimento pubblico ricordando che sia lui che suo fratello vivono sotto lo stesso tetto, quindi entrambi condividono la cura dei loro due animali domestici, Stich e Shira. In effetti dal suo profilo social si vede che spesso esce con i suoi cani anche nei mesi precedenti alla quarantena. “Per chiarire questa frase e per coloro che non lo sanno io e mio fratello condividiamo una casa, i cani e quest’anno anche una squadra. Condividere una casa significa condividere compiti, uno di quei compiti è portare a spasso i cani”.

In Spagna nonostante l’emergenza Coronavirus le autorità consentono al cane di uscire per passeggiare, anche se alcune regole devono essere rispettate: essere maggiorenni, trasportare documentazione relativa all’animale in cui si dimostra di essere i diretti proprietari, non socializzare con altre persone o cani e infine non allontanarsi troppo da casa.

Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)