Coronavirus, l’appello importante di Robert Kubica a tutti i tifosi

0
90

Robert Kubica si appella a tutti gli appassionati di Formula 1 e non solo: “Restate a casa, solo così possiamo lottare contro il coronavirus”

Robert Kubica (Foto Florent Gooden/Dppi/Alfa Romeo)
Robert Kubica (Foto Florent Gooden/Dppi/Alfa Romeo)

Anche Robert Kubica #restaacasa. L’amato pilota di Formula 1 polacco ha lanciato un suo personale appello a tutti gli appassionati di automobilismo (e non solo) invitandoli a prendere tutte le misure precauzionali necessarie e a prendersi cura di se stessi durante la pandemia di coronavirus.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“Oggi molte persone si concentrano sul lavoro e sui soldi, ma la cosa più importante in questo momento è la salute. Senza quella, tutto il resto finisce sullo sfondo”, ha dichiarato Kubica ai microfoni di Przeglad Sportowy. “Dobbiamo tutti unire le nostre forze nella speranza di sconfiggere questo rivale invisibile”.

Kubica invita a restare a casa

E lo sa bene Robert, che di problemi di salute ne ha attraversati anche di molto gravi durante la carriera, come i postumi del suo incidente nei rally del 2011 che gli costò quasi la vita. “Questa è una lotta difficile, ma se lavoriamo insieme possiamo vincere”, ha proseguito Kubica. “La cosa più importante oggi è lottare contro il nostro più grande rivale: non in pista, ma contro questo avversario invisibile che è molto pericoloso. Perciò, per favore, state attenti”.

E il collaudatore della Alfa Romeo rinnova il consiglio più importante in questo periodo: “Restate a casa se possibile, limitate i contatti con le altre persone, limitate le vostre attività all’aperto e rimanete solamente a casa”, ha concluso. “So che a volte questo può essere difficile, ma se non lo facciamo il grande rischio è quello di prolungare questa lotta per molto tempo. Ma se la vinciamo, potremo tornare alle nostre routine, alle nostre corse e alle nostre vite di tutti i giorni. A quel punto le apprezzeremo di più”.

Robert Kubica (Foto Florent Gooden/Dppi/Alfa Romeo)
Robert Kubica (Foto Florent Gooden/Dppi/Alfa Romeo)