Nella giornata di giovedì le scuderie hanno votato per decidere quali monoposto schierare nella prossima stagione dopo il caos da Coronavirus.

(©Getty Images)

Come riportato in un nostro recente articolo, la sosta forzata per l’emergenza COVID-19 ha costretto il Circus a rivedere in toto i suoi programmi, sia in termini di gare da disputare, sia di regolamenti.

Se dai momenti appena successivi alla cancellazione del GP dell’Australia, alla luce di quanto sta accadendo nel  mondo, FIA e team hanno sancito che la chiacchierata rivoluzione tecnica prevista per il 2021 verrà posticipata al 2022, ora arriva un’altra notizia.

Come detto ogni gara saltata equivale a circa 25 milioni di euro in meno nelle casse della massima serie con conseguente impatto sulle squadre che inevitabilmente a fine campionato si troveranno con delle entrate parecchio al di sotto del previsto.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Per questo, per andare incontro alle inedite e straordinarie necessità delle varie equipe si è deciso di procedere a votazione sul da farsi, e al termine di una conference call che ha visto protagonisti i team principal, il CEO di Liberty Media Chase Carey, il responsabile FOM Ross Brawn e il Presidente della Federazione Jean Todt è emerso che all’unanimità verranno mantenute le macchine attuali anche per la prossima stagione in modo da contenere il più possibile i costi.

Questa idea era già stata avanzata qualche giorno fa quando 9 scuderie su 10 si erano proclamate favorevoli. Unico bastian contrario era stata la Ferrari, la quale aveva domandato un po’ di tempo in più per valutare nel dettaglio la situazione. Questo venerdì è infine giunto il via libera anche da parte del boss Mattia Binotto.

Adesso resta da capire quali parti delle auto verranno congelati e quali invece potranno essere evolute e ritoccate. Un’altra domanda riguarda escamotage tecnici come il DAS. Che fine faranno?

La partenza del Gran Premio d'Australia di Formula 1 a Melbourne (Foto Will Taylor-Medhurst/Getty Images)
La partenza del Gran Premio d’Australia di Formula 1 a Melbourne (Foto Will Taylor-Medhurst/Getty Images)

Leggi anche: Una Super Forula1 2020/2021 

Chiara Rainis