Ad oggi la data prevista per l’inizio della MotoGP 2020 è a inizio maggio, con il Gran Premio di Spagna. Ma Jerez, Le Mans e il Mugello restano in bilico

La partenza del Gran Premio di Spagna 2019 di MotoGP a Jerez de la Frontera (Foto Oscar Carrascosa/Red Bull)
La partenza del Gran Premio di Spagna 2019 di MotoGP a Jerez de la Frontera (Foto Oscar Carrascosa/Red Bull)

Quando comincerà ufficialmente la stagione 2020 di MotoGP? Il dubbio continua ad aleggiare, dentro e fuori dal paddock del Motomondiale. Ad oggi, infatti, l’ultima versione del calendario aggiornato prevede il via ad inizio maggio, con il Gran Premio di Spagna a Jerez, seguito dalle tappe in Francia a Le Mans e in Italia al Mugello nel corso dello stesso mese.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ma i team e i piloti si aspettano ulteriori rinvii. Sia in Italia, come sappiamo, che in Spagna è infatti praticamente disposto il blocco totale di quasi tutte le attività, nonché la cancellazione della maggioranza dei voli. E anche il presidente francese Emmanuel Macron ha ordinato ai suoi concittadini di restare a casa e ha chiuso le frontiere, sospendendo per almeno quindici giorni tutti i movimenti non essenziali in ingresso e in uscita dalla nazione.

Quando partirà la MotoGP 2020?

Per un motivo o per l’altro, se queste tre gare fossero in programma nel prossimo futuro, dunque, non si potrebbero svolgere regolarmente. Certo, mancano ancora ben sei settimane prima della data prevista per il GP di Spagna, quindi c’è tutto il tempo per consentire un miglioramento della situazione.

Ma se, anche quando sarà rallentata la pandemia di coronavirus, i viaggi internazionali fossero riaperti troppo rapidamente, il rischio sarebbe quello di andare incontro ad una seconda ondata, assolutamente da scongiurare. Ad oggi, infatti, tutti i principali eventi sportivi in calendario anche nei mesi di maggio e giugno sono stati rimandati o cancellati.

Ci si aspetta l’inizio a giugno

In ultima analisi, come già avvenuto in Qatar, saranno i governi delle singole nazioni che ospitano ogni Gran Premio di MotoGP ad avere l’ultima parola. Per gli organizzatori del massimo campionato motociclistico c’è ancora tempo per prevedere le contromisure necessarie, ma le restrizioni sempre più severe con ogni giorno che passa rendono quasi inevitabile ricorrere ad ulteriori rinvii.

“Chiunque pensi che si potrà iniziare la stagione il 3 maggio a Jerez è un illuso”, conferma Hervé Poncharal, team principal della Ktm Tech 3 e presidente dell’associazione delle scuderie Irta. “Questa è la mia opinione personale. Ho il forte sospetto che tutti i Gran Premi di maggio, cioè Jerez, Le Mans e il Mugello, saranno in grave pericolo. Potremmo ritenerci fortunati se si partirà col GP di Catalogna il 7 giugno”.

La partenza del Gran Premio di Spagna 2018 di MotoGP a Jerez de la Frontera (Foto Gold & Goose/Red Bull)
La partenza del Gran Premio di Spagna 2018 di MotoGP a Jerez de la Frontera (Foto Gold & Goose/Red Bull)