Ferrari, tutta la scuderia di Formula 1 è in totale isolamento

0
357

Per evitare rischi di contagio, gli uomini della Scuderia Ferrari di ritorno dal Gran Premio cancellato in Australia si sono isolati volontariamente

Gli uomini del team Ferrari nel paddock di Melbourne per il Gran Premio d'Australia di Formula 1 (Foto William West/Afp/Getty Images)
Gli uomini del team Ferrari nel paddock di Melbourne per il Gran Premio d’Australia di Formula 1 (Foto William West/Afp/Getty Images)

L’intero team Ferrari di Formula 1, di ritorno dal Gran Premio d’Australia annullato a Melbourne, si è messo volontariamente in auto isolamento. Non, dunque, la quarantena a cui sono costretti in questi giorni tutti gli italiani, che prevede di non uscire di casa se non per motivi di lavoro o di necessità, ma la misura restrittiva ancora più stretta prevista per i contagiati.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Si tratta, è bene precisarlo, semplicemente di una precauzione: al momento, infatti, non è stato registrato alcun caso di positività da coronavirus tra i meccanici e i tecnici della Rossa. Questi ultimi, però, si sono ritrovati a contatto nel paddock con almeno due positivi: un dipendente della McLaren e uno della Pirelli.

Ferrari: Scuderia in quarantena, fabbrica chiusa

Così, come hanno fatto anche gli addetti ai lavori che sono stati a più stretto contatto con questi due contagiati (tra i quali anche il pilota Carlos Sainz), per evitare pericoli anche i ferraristi hanno preferito isolarsi completamente dai contatti con l’esterno. Nei casi più delicati, quelli in cui in famiglia sono presenti degli anziani, dei bambini, o delle donne incinte, è stata la stessa Ferrari a pagare gli alberghi ai propri uomini che non se la sentivano di tornare a casa.

Leggi anche —> Pilota di F1 in autoisolamento, ma rassicura: “Sto bene”

Questa situazione di quarantena volontaria durerà per quattordici giorni dalla data del rientro dal circuito dell’Albert Park. Non è chiaro invece quando la Scuderia Ferrari di Formula 1 tornerà regolarmente a lavorare, anche perché la fabbrica di Maranello resterà chiusa fino al 27 marzo, per decisione dell’amministratore delegato Louis Camilleri. Prosegue solo il lavoro da remoto, da parte degli ingegneri, sull’analisi dei dati raccolti prima della chiusura, in costante collegamento in videoconferenza con il team principal Mattia Binotto.

Leggi anche —> Ferrari chiusa, gli altri team aperti: Maranello chiede lo stop per tutti

Gli uomini del team Ferrari nel paddock di Melbourne per il Gran Premio d'Australia di Formula 1 (Foto William West/Afp/Getty Images)
Gli uomini del team Ferrari nel paddock di Melbourne per il Gran Premio d’Australia di Formula 1 (Foto William West/Afp/Getty Images)