L’inizio della Formula 1 slitta ancora: in bilico pure Barcellona e Montecarlo

0
68

Il rinvio ufficiale dei Gran Premi di Spagna e Montecarlo è ormai solo questione di giorni: lo ammette il boss del circuito di Barcellona

Il circuito di Barcellona che ospita il Gran Premio di Spagna di Formula 1 (Foto Ferrari)
Il circuito di Barcellona che ospita il Gran Premio di Spagna di Formula 1 (Foto Ferrari)

Il Gran Premio d’Australia è già stato cancellato, quelli del Bahrein, del Vietnam, di Cina sono stati rimandati. Ufficiosamente, però, anche le gare in Olanda, in Spagna e a Montecarlo, che al momento restano in calendario per il mese di maggio, sono avvolte dall’incertezza.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il comunicato stampa diramato dai vertici della Formula 1 per comunicare l’annullamento della gara di Melbourne fissa infatti per “fine maggio” la data probabile dell’inizio del Mondiale 2020, coronavirus permettendo. Il che significa che l’annuncio del rinvio delle tappe di Barcellona e di Monaco è questione di giorni. “Praticamente è deciso”, ha ammesso Joan Fonsere, boss del circuito del Montmelò, al quotidiano sportivo spagnolo El Mundo Deportivo. “La F1 intende iniziare la stagione a fine maggio e la nostra data era il 10 maggio”.

I rischi per i Gran Premi di Spagna e Montecarlo

La speranza degli organizzatori spagnoli è quella di riuscire a trovare un posto per il loro GP più avanti nella stagione. Ma non senza difficoltà. “Un grosso fattore è la logistica”, spiega Fontsere. “Dove hanno sede i team? In Europa. Credo che cercheranno di salvare il campionato con un numero minimo di gare e da lì in poi cercare di infilare il maggior numero possibile di altre corse, almeno quelle plausibili”.

Se i circuiti permanenti sono però a disposizione per correre più o meno per tutto l’arco dell’anno, ben più difficile sarebbe riprogrammare un tracciato cittadino come quello del Principato: “Se si sposta la data per Monaco, la si uccide”, ha ammesso Fontsere. “Ma sarà difficile trovare posto”.

Ad oggi lo scenario più probabile resta quello di un avvio con il Gran Premio dell’Azerbaigian, anche se le ultime mosse della nazione asiatica, che ha annullato tutti i visti già concessi ai giornalisti, rischiano di mettere in dubbio anche quell’appuntamento.

Leggi anche —> F1 2020: visti annullati ai giornalisti, salta anche Baku?

Il circuito di Barcellona che ospita il Gran Premio di Spagna di Formula 1 (Foto Ferrari)
Il circuito di Barcellona che ospita il Gran Premio di Spagna di Formula 1 (Foto Ferrari)