Ciabatti: “Vi dico quando prenderà il via il Mondiale di MotoGP”

0
5280

Paolo Ciabatti non ha dubbi su quando comincerà la nuova stagione di MotoGP. Il manager della Ducati pensa che non si partirà prima di giugno o luglio.

Paolo Ciabatti (Getty Images)
Paolo Ciabatti (Getty Images)

La Ducati durante i test ha dimostrato di aver messo in piedi un progetto ambizioso. La Desmosedici GP20 sembra avere tutte le carte in regola per poter battagliare per il Mondiale, anche se purtroppo, sinora, non è ancora scesa in pista per sprigionare tutti i suoi cavalli sull’asfalto.

Come riportato dai colleghi di “Moto.it”, Paolo Ciabatti ha così affermato: “Abbiamo provato a posticipare alcune gare, così da cominciare il campionato a Jerez, ma per come si è sviluppata la pandemia in Europa a questo punto penso proprio che sia impossibile fare previsioni. Sto seguendo tutte le statistiche. Penso proprio che i numeri del nostro Paese li vedremo presto anche altrove”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Niente ferie: si correrà sempre

Il Direttore Sportivo della Ducati ha poi proseguito: “Numeri alla mano credo che sia impossibile che questo campionato cominci prima di giugno o luglio. In Cina hanno preso misure durissime e ne sono usciti in 2 mesi. Con il nostro sistema democratico ci vorrà più tempo. Io penso che la Dorna abbia le idee chiare su cosa fare in futuro. Bisognerà capire in quali paesi si potrà correre e quali nazioni accetteranno noi europei”.

Ciabatti ha poi parlato anche della questione contratti. Secondo il manager della Ducati, infatti, tutti potrebbero rinunciare alle tre settimane di pausa previste a luglio per provare a fare qualche Gran Premio in più e recuperare così il terreno perduto sinora. Naturalmente la situazione è in costante evoluzione, ma c’è la possibilità che si corrano almeno 17-18 GP e si possa recuperare qualcosina anche a dicembre.

Antonio Russo

Ciabatti (Getty Images)
Ciabatti (Getty Images)