Il grande cuore di Pecco Bagnaia: lancia la raccolta fondi per l’ospedale

Con il suo fan club, Pecco Bagnaia devolve 15 mila euro in beneficenza all’ospedale Molinette di Torino contro l’emergenza coronavirus

Pecco Bagnaia (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Pecco Bagnaia (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

L’emergenza coronavirus concede a Pecco Bagnaia e ai suoi tifosi l’occasione di dedicarsi alla beneficenza. Bellissima l’iniziativa di solidarietà lanciata a beneficio della Città della Salute di Torino, la provincia d’origine del pilota del team Pramac. “Col fan club abbiamo lanciato una campagna, ‘Insieme contro il virus’, per raccogliere fondi da destinare all’ospedale Molinette di Torino: in pochi giorni abbiamo raccolto 15 mila euro”, racconta alla Gazzetta dello Sport.

Oltre a dedicarsi agli altri, Bagnaia in questi giorni d’isolamento non dimentica la passione per le moto: “Si può fare poco in questi giorni chiusi in casa”, spiega Francesco. “Per fortuna con me c’è Domizia, la mia ragazza. Non potendo andare in palestra mi alleno a casa, con la supervisione a distanza del Medical Center di Misano Adriatico, oltre a qualche corsa all’aperto da solo. Per il resto, coi ragazzi dell’Academy e altri amici ci stiamo dando dentro alla Playstation sfidandoci a Gran Turismo. Comanda Mattia Pasini, ma io ho vinto le ultime due gare e la sfida è lunga. Mi sono comprato anche l’autobiografia di Roger Federer, e soprattutto Risiko: poi ho scoperto che per giocare bisogna essere almeno in 3…”.

Leggi anche —> Come trascorre la quarantena Valentino Rossi? “Così sfido i miei allievi”

Naturalmente anche Bagnaia vive la difficoltà psicologica di far fronte allo stop delle gare: “Rinunciare al via del Mondiale è stato duro, anche se per l’evoluzione delle cose ai test me l’aspettavo”, ammette il giovane centauro torinese. “Ero pronto a correre, mentre ora ci tocca aspettare. Dipenderà da come si evolverà la situazione in Europa, le gare extraeuropee sono più avanti in calendario. Ma in questi giorni anche la Spagna ha preso la botta dell’Italia: partire a Jerez il 3 maggio, anche a porte chiuse, è sempre più una flebile speranza”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Pecco Bagnaia (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Pecco Bagnaia (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)