Wild card Kawasaki in MotoGP? L’opinione di Jonathan Rea

0
283

Jonathan Rea assolutamente contrario all’ipotesi di gareggiare in MotoGP con la Kawasaki ZX-10RR con cui corre in Superbike. Comunque non è qualcosa di possibile a livello regolamentare.

Jonathan Rea MotoGP
Jonathan Rea (©Getty Images)

Vedremo mai Jonathan Rea correre come pilota titolare in MotoGP? Forse no, ed è un peccato. Il dominatore degli scorsi cinque campionati mondiali Superbike ha 33 anni e difficilmente un top team della classe regina punterà su di lui.

Il rider Kawasaki ha detto che farebbe il salto MotoGP solamente se gli venisse offerto un pacchetto tecnico competitivo. Nonostante alcuni rumors su un presunto interessamento della Ducati, ritrovatasi spiazzata dai rinnovi di Maverick Vinales e Fabio Quartararo con Yamaha, non sembrano esserci ancora offerte dalla top class in ottica 2021.

LEGGI ANCHE -> SBK, dalla pole di Sykes alla velocità di Davies: i numeri a Phillip Island

Superbike, Rea non gradirebbe una wild card in MotoGP

Nelle scorse settimane Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna Sports, ha rivelato che Kawasaki si è informata in merito alla possibilità di ottenere una wild card per correre in MotoGP. Ciò non è previsto e dunque l’ipotesi non si concretizzerà.

Il manager spagnolo ha spiegato che per gareggiare nel Motomondiale bisogna rispettare il regolamento tecnico previsto. La casa di Akashi non può correre con la ZX-10RR da Superbike, seppur con alcune modifiche.

Rea, interpellato sull’argomento, si è così espresso: «Non l’ho capito davvero – riporta Speedweek – è strano. Non voglio iniziare con una wild card in MotoGP con la mia Kawasaki! Potrebbe essere divertente, ma è uno scherzo. Concorrerei contro prototipi di moto con pneumatici prototipo su una moto da strada sviluppata per pneumatici Pirelli. Sarebbe come guidare un’auto da turismo contro una Formula 1. Siamo una serie basata su moto di serie. Mondiale Superbike e MotoGP sono mondi diversi. È come paragonare le mele alle pere».

L’idea di gareggiare con una Kawasaki stradale nella top class del Motomondiale non piace per niente a Johnny. Lui vuole correre per essere protagonista, non per fare da comparsa. E ha ragione. Per quanto riguarda il suo futuro, attenzione: il manager non ha escluso il passaggio a un altro marchio nel 2021.

Jonathan Rea
Jonathan Rea (©Getty Images)