Jerez chiude il circuito per 15 giorni: in apnea il Mondiale MotoGP

Chiude per 15 giorni il circuito Angel Nieto di Jerez de la Frontera. Resta aperta l’ipotesi 3 maggio per l’inizio del Mondiale MotoGP.

Circuito di Jerez
Circuito di Jerez (photo Facebook)

All’indomani dei test di MotoE, il circuito di Jerez de la Frontera ‘Angel Nieto’ chiude i battenti per 15 giorni, ma non si esclude che la chiusura possa durare più al ungo, visto che in Spagna il numero di infetti da Covid-19 aumentano a dismisura nelle ultime ore.  La chiusura per 15 giorni lascia aperta la possibilità di un Gran Premio agli inizi di maggio, ma una decisione verrà presa soltanto il mese prossimo.

RT Motorsports di SKM Kawasaki era uno di quei team che volevano testare oggi sul Circuito d Jerez, ma poi sono stati fermati alle 10 del mattino. “Siamo stati informati che un divieto di guida di 50 giorni è ora in vigore a Jerez”, ha dichiarato il team manager Rob Vennegor a Speedweek.com. Gli addetti all’autodromo hanno poi ridimensionato a 15 giorni la chiusura, ma resta molta confusione. “Il Circuito de Jerez Ángel Nieto informa che la nostra struttura sportiva raccomanda tutte le attività basate sulla raccomandazione delle autorità sanitarie in merito alle misure per frenare la diffusione del coronavirus si fermerà per i prossimi 15 giorni. Se necessario, la scadenza può essere modificata o estesa.”

Viene quindi annullato il test Honda previsto dal 18 al 20 marzo con il collaudatore tedesco Stefan Bradl. Fra due settimane avrebbe fatto tappa anche il Campionato mondiale Superbike, ma come già sappiamo la tappa andalusa è stata annullata già da tempo. Carmelo Ezpeleta ha parlato di un campionato 2020 accorciato, dove bisognerà fare i conti con le disposizioni dei governi in materia sanitaria. Per il momento restiamo appesi alla speranza del 3 maggio a Jerez de la Frontera.

Circuito di Jerez (photo Facebook)
Circuito di Jerez (photo Facebook)