Formula 1, ufficiale: cancellato il GP d’Australia 2020

0
90

Annullato il Gran Premio d’Australia 2020 di Formula 1. Il caso di Coronavirus nel team McLaren e le posizioni di altre squadre (e piloti) hanno fatto prendere una decisione finale di buon senso.

 

Formula 1 Australia Melbourne
Circuito di Melbourne (©Getty Images)

Dopo tanti rumors, è arrivata finalmente una comunicazione ufficiale. Il Gran Premio d’Australia 2020 di F1 è stato cancellato. A Melbourne non si correrà la prima gara del nuovo campionato.

Nella nota si legge quanto segue: «La Formula 1 e la FIA, con il pieno supporto dell’Australian Grand Prix Corporation (AGPC), hanno deciso che tutte le attività di Formula 1 per il Gran Premio d’Australia sono state annullate».

LEGGI ANCHE -> Hamilton, che chiusura: “Ecco perché non andrò alla Ferrari”

F1 2020, niente gara a Melbourne

Una scelta saggia, considerando quello che sta succedendo a causa della diffusione del Coronavirus. Già il team McLaren aveva annunciato che non avrebbe preso parte al GP a causa del contagio di un membro della squadra. Anche altri team avevano manifestato contrarietà all’eventualità di correre. Pure dei piloti si sono espressi negativamente. Secondo alcune indiscrezioni, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen avrebbero persino lasciato l’Australia.

Organizzatori, FIA, F1 e Dipartimento per la Salute hanno tenuto una riunione straordinaria al termine della quale è stato partorito l’esito più saggio. Il buon senso ha prevalso, come era giusto che fosse. La prima sessione di prove libere avrebbe dovuto scattare alle ore 2 italiane, le 12 locali.

Ci sono volute molte ore prima di arrivare alla decisione di annullare il GP di F1 a Melbourne, ma alla fine l’atteso comunicato è arrivato. Non si tratta mai di scelte facili da prendere, essendoci di mezzo interessi economici notevoli da valutare, però la salute delle persone è il bene più importante da salvaguardare. Adesso bisognerà vedere cosa verrà scelto di fare per i gran premi in Bahrein (22 marzo) e Vietnam (5 aprile). C’è la possibilità che vengano rinviati.