Renault, nuova livrea e nuovo sponsor: “Forse non lasciamo la F1”

0
139

La Renault è l’ultima squadra di F1 a svelare la sua livrea 2020. E c’è anche un nuovo sponsor, che potrebbe favorire la permanenza della Casa nel Mondiale

La presentazione della Renault di Formula 1 2020 (Foto William West/Afp/Getty Images)
La presentazione della Renault di Formula 1 2020 (Foto William West/Afp/Getty Images)

Finalmente, alla vigilia del Gran Premio inaugurale in Australia, è stata svelata anche l’ultima livrea che era rimasta ignota fino a questo momento: quella della Renault. La Casa francese aveva infatti svolto la sua presentazione della squadra 2020 in assenza della nuova macchina, e quando l’aveva fatta debuttare nei test precampionato aveva adottato una colorazione provvisoria completamente nera.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Per la stagione agonistica vera e propria, però, i transalpini torneranno invece al giallo-nero che utilizzano dal 2017. Ma con una novità: un inedito sponsor principale, l’azienda di logistica Dp World. La livrea e l’accordo sono stati presentati mercoledì nel paddock di Melbourne alla presenza dei due piloti ufficiali, il riconfermato Daniel Ricciardo e il nuovo arrivato Esteban Ocon.

Il nuovo sponsor aiuta la permanenza della Renault in F1

L’arrivo di questo nuovo finanziatore potrebbe rivelarsi fondamentale per riequilibrare i conti e dunque garantire la presenza nel paddock a lungo termine della Renault, il cui consiglio d’amministrazione non ha ancora ufficialmente deciso se rinnovare il programma dalla prossima stagione, e dunque firmare il prossimo Patto della Concordia.

“Credo che ci aiuti, che rappresenti un passo nella giusta direzione”, ha ammesso il team principal Cyril Abiteboul ai microfoni del sito specializzato internazionale Motorsport. “Lo abbiamo detto nel corso dell’inverno, e le cose sembrano essersi messe bene. Ma, ovviamente, finché la certezza non c’è, è ancora tutto provvisorio”.

La decisione sul futuro a lungo termine della Renault in Formula 1 dipenderà anche dalle trattative con i vertici dello sport, la Fia e Liberty Media: “Stiamo ancora discutendo sul nuovo Patto della Concordia e vorremmo migliori regole finanziarie e una miglior distribuzione dei proventi”, conferma Abiteboul. “Ci sono ancora delle controversie da risolvere, ma c’è anche un ambiente economico complicato. Non posso confermare qui e ora, solo sulla base di questa partnership, il nostro impegno futuro. Ma di sicuro ci aiuta molto”.

La presentazione della Renault di Formula 1 2020 (Foto William West/Afp/Getty Images)
La presentazione della Renault di Formula 1 2020 (Foto William West/Afp/Getty Images)