La F1 si attrezza per il coronavirus: punti di quarantena sulle piste

0
83

Previsto un protocollo specifico per la Formula 1 contro il coronavirus, per proteggere gli addetti ai lavori dai rischi di contagio

Il materiale della Ferrari arriva nei box della Formula 1 a Melbourne per il Gran Premio d'Australia (Foto William West/Afp/Getty Images)
Il materiale della Ferrari arriva nei box della Formula 1 a Melbourne per il Gran Premio d’Australia (Foto William West/Afp/Getty Images)

Il Mondiale di Formula 1 è pronto al via come previsto, nonostante l’emergenza del coronavirus. Ma anche nel paddock sono state previste misure precauzionali: un vero e proprio piano con cui i vertici del massimo campionato a quattro ruote hanno deciso di reagire, in collaborazione con le autorità sanitarie e con gli organizzatori delle gare.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Dopo giorni di silenzio, la F1 ha diramato un comunicato ufficiale in cui sottolinea il suo “approccio scientifico” per minimizzare il rischio e proteggere il personale addetto ai lavori, che prevede procedure di controllo, specialisti medici sul posto, maggiori sanificazioni delle strutture, la presenza di più stazioni per il lavaggio delle mani e un vero e proprio protocollo sanitario previsto per i sospetti casi di contagio.

Leggi anche —> Polemiche da Coronavirus. La F1 continua, ma monta la protesta

Le misure della Formula 1 contro il coronavirus

“Abbiamo implementato una serie di misure basate sulle indicazioni della sanità pubblica inglese, che comprendono anche la sospensione di tutti i viaggi non essenziali”, si legge nella nota. “Squadre dedicate di esperti saranno a disposizione negli aeroporti, nei punti di transito e sui circuiti per salvaguardare il personale, e si concentreranno sulla diagnosi, la gestione e l’estrazione dei casi sospetti. Per questi casi, gli organizzatori delle gare hanno installato punti di quarantena. Per la F1, la Fia e tutti i team e i promotori, la sicurezza delle nostre persone è sempre essenziale”.

Se il Gran Premio inaugurale in Australia sembra dunque destinato a procedere come previsto, quello di Cina è già stato rimandato, quello del Bahrein si svolgerà a porte chiuse, mentre su quello del Vietnam aleggiano molti dubbi.

Leggi anche —> Coronavirus, tutto regolare in Australia. Ma gli altri GP rischiano

I box della Ferrari al Gran Premio d'Australia di Formula 1 (Foto William West/Afp/Getty Images)
I box della Ferrari al Gran Premio d’Australia di Formula 1 (Foto William West/Afp/Getty Images)