Moto2, Luca Marini: “Ho fatto un errore. Roberts non impressiona”

0
1120

Luca Marini beffato da Joe Roberts nelle Qualifiche Moto2 in Qatar, ma ammette un errore che gli ha tolto la pole position. Comunque è veloce in vista della gara.

Luca Marini
Luca Marini (©Getty Images)

È mancato un millesimo di secondo a Luca Marini per prendersi la pole position nelle Qualifiche Moto2 del Gran Premio del Qatar 2020. Una beffa per il fratello di Valentino Rossi.

Il suo tempo è stato identico a quello del poleman Joe Roberts, il cui secondo miglior crono era migliore di quello del rivale e ciò gli ha permesso di gioire oggi a Losail. Il pilota dello Sky Racing Team VR46 è sicuramente un po’ amareggiato, ma partire in prima fila è comunque importante in ottica gara. È domani che bisogna fare la differenza.

LEGGI ANCHE -> Moto3, Qualifiche GP Qatar: tempi e classifica. Pole di Suzuki

Moto2, Luca Marini commenta le Qualifiche a Losail

Marini al termine della Q2 ha commentato a Sky Sport il suo risultato, spiegando di aver commesso un errore nel best lap: «Il lavoro di squadra ha funzionato benissimo. Purtroppo sul rettilineo ho sbagliato passando troppo tardi alla sesta marcia e mandando il motore al limitatore. Un errore da principiante. Ho perso qualcosa, potevo fare la pole position. Comunque sono felice di come è andata oggi, ma dovremo lavorare bene per la gara».

Il pilota nato a Urbino è comunque soddisfatto di scattare davanti e sa che bisognerà farsi trovare pronti domenica: «L’obiettivo è sempre partire nelle prime due posizioni. Penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro durante l’inverno ed è bello essere qui. Dobbiamo essere concentrati per la gara di domani».

A differenza sua, che ha usato il compagno Marco Bezzecchi come “traino” sfruttandone la scia, Roberts ha fatto il tempo da solo. Questo fa riflettere sul valore del rider americano. Marini commenta: «Non sono impressionato, perché vedevo già che andava forte. Ma mi sembra che quest’anno tutti stiano andando molto forte. Le moto sono migliorate e anche le gomme. I valori sono più livellati e dunque bisogna cercare di essere un po’ più forti degli altri per batterli. Quello del Qatar è un GP a parte perché abbiamo fatto tre giorni di test e dunque tutti siamo a posto qui. Vedremo nelle prossime gare come andrà, c’è tanto da lavorare».

Il fratello di Valentino Rossi vede grande equilibrio in vista della gara, ci sono più rider che possono giocarsi le prime posizioni: «Domani sarà una gara durissima, vedo tutti forti. Roberts e Bastianini sono veloci, le SpeedUp in gara ci sono sempre. Anche Luthi, Schrotter, Bezzecchi… Se li elenco tutti arrivo fino al venticinquesimo (ride, ndr)». Ci sarà da divertirsi nella corsa Moto2 domani a Losail.