MotoGP, Pramac Racing svela le livree 2020 di Bagnaia e Miller

Il team Ducati Pramac racing svela le livree 2020 delle GP20 a disposizione di Pecco Bagnaia e Jack Miller in un video diffuso sui social.

La Ducati Desmosedici del team Pramac Racing doveva essere presentata sul circuito di Losail alla vigilia del primo Gran Premio. Ma le ormai note vicende legate al coronavirus hanno annullato la tappa in Qatar e costretto il team di Paolo Campinoti a presentare le livree 2020 con un video mandato in onda sui social.

La collaborazione con Lamborghini

Le nuove livree Ducati Desmosedici GP20 di Pecco Bagnaia e Jack Miller sono state, disegnate dal Centro Stile Lamborghini. In questa stagione saranno entrambe nella versione Factory 2020, questo a conferma della volontà di crescere ogni anno e mantenere un livello di competitività sempre più alto. “Anche in questa stagione 2020 cercheremo di confermarci su livelli molto importanti, partendo dai 5 podi ottenuti da Jack Miller nella scorsa stagione e dal fatto che anche Pecco Bagnaia avrà a disposizione una Ducati ufficiale – ha dichiarato Paolo Campinoti, CEO Pramac -. Questa nuova avventura partirà dalla stessa soddisfazione ed orgoglio del 2019 per la collaborazione sempre più forte con Lamborghini, che ci ha disegnato delle livree avvincenti, oltre alle tute dei piloti ed all’abbigliamento del Team. Siamo così veramente soddisfatti di essere ambasciatori nel mondo di due brand così importanti del “Made in Italy”, quali Ducati e Lamborghini”.

Leggi anche -> MotoGP: Ducati recupera le moto in Qatar grazie agli spagnoli

Due moto factory per il team Pramac

Mettere in pista una moto factory in più ha richiesto un grande sforzo economico. Da parte sua Pecco Bagnaia dovrà ripagare la fiducia con buoni risultati. “Quest’anno abbiamo fatto uno sforzo eccezionale insieme al Pramac Racing Team per mettere a disposizione di Miller e Bagnaia delle Desmosedici GP20 identiche a quelle usate dai due piloti ufficiali del Ducati Team. Per Ducati Corse è la prima volta – ha detto Paolo Ciabatti -, ma siamo convinti di aver preso la decisione giusta per mettere Jack e Pecco nelle migliori condizioni e poter dimostrare in pista il loro grande talento per regalare, sia alla squadra che a tutti i tifosi Ducati, delle grandi soddisfazioni nel campionato MotoGP che speriamo possa iniziare presto”.