La MotoGP non si fa fermare dal coronavirus: “Se serve corriamo a Natale”

0
244

Il patron del Motomondiale, Carmelo Ezpeleta, conferma: “La gara di MotoGP in Qatar è cancellata, ma cercheremo di disputare tutte le altre”

L'amministratore delegato della Dorna, Carmelo Ezpeleta, alla conferenza stampa in Qatar (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
L’amministratore delegato della Dorna, Carmelo Ezpeleta, alla conferenza stampa in Qatar (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Il coronavirus sarà anche riuscito a rimandare la stagione di MotoGP, ma non certo a fermarla. Alla vigilia dell’inizio del Motomondiale in Qatar, seppur in assenza della classe regina, il patron Carmelo Ezpeleta ribadisce che la sua intenzione è quella di disputare il campionato previsto per intero, anche a costo di correre fino a Natale.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“Il nostro contratto con la Federazione motociclistica internazionale prevede che disputiamo un minimo di tredici gare”, ha rivelato l’amministratore delegato della Dorna alla stampa riunita a Losail. “Ma il nostro obiettivo è correre tutte le restanti diciannove. Anche nel caso peggiore, se ci fossero ulteriori cancellazioni, potremmo comunque avere tempo. Nelle nazioni più calde potremmo correre anche a Natale! Noi siamo fatti così: il nostro lavoro è organizzare gare e vogliamo farlo. Questa è la cosa più importante per noi, anche più delle questioni economiche”.

Ezpeleta non vuole cancellare altre gare di MotoGP

Il calendario aggiornato diramato oggi prevede la partenza ufficiale della MotoGP con il Gran Premio delle Americhe dal 3 al 5 aprile, mentre il recupero del Gran Premio di Thailandia è previsto dal 2 al 4 ottobre. Ma nemmeno il boss Ezpeleta può escludere ulteriori modifiche.

Leggi anche —> MotoGP 2020, ufficiale il nuovo calendario: in Thailandia a ottobre

“Tutto è possibile”, ha ammesso. “La cosa più importante è trovare sempre le soluzioni tutti insieme: noi della Dorna con la Fim, la Irta e i team manager. Vi posso assicurare che cercheremo di disputare più gare possibili. Non direi che ora io sia ottimista, ma l’unica cosa che posso promettere è che lavoreremo sodo per trovare tutte le soluzioni possibili per correre le restanti 19 gare”.

L’unica corsa certamente cancellata è dunque quella del Qatar: “Chiaramente tutti i team di Moto2, Moto3 e MotoGP riceveranno il pagamento, perché hanno già speso i soldi per venire qui”, ha promesso Ezpeleta. “Ma la gara di MotoGP è annullata perché non abbiamo altre opportunità. Se a fine stagione ci sarà una possibilità vedremo, ma in linea di principio la gara di MotoGP in Qatar è cancellata”.

L'amministratore delegato della Dorna, Carmelo Ezpeleta, alla conferenza stampa in Qatar (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
L’amministratore delegato della Dorna, Carmelo Ezpeleta, alla conferenza stampa in Qatar (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)