MotoGP: Ducati recupera le moto in Qatar grazie agli spagnoli

0
6949

La Ducati è riuscita finalmente a prelevare le proprie moto così come tutti gli altri team grazie al contributo dei propri dipendenti spagnoli.

Ducati (Getty Images)
Ducati (Getty Images)

In MotoGP era già tutto pronto per il Gran Premio del Qatar, ma poi d’improvviso tutto è saltato. Il coronavirus che si espande a macchia d’olio nel nostro paese, infatti, ha costretto il governo del Qatar ad emanare direttive davvero molto dure. Si è deciso, infatti, di mettere in quarantena per 14 giorni, chiunque sia stato sul suolo italiano negli ultimi 14 giorni.

Purtroppo però i team avevano lasciato moto e materiale lì a Losail e i disagi maggiori sono arrivati soprattutto per Ducati e Aprilia che hanno del personale quasi esclusivamente composto da italiani. Come riportato da “Motorsport.com” però la casa di Borgo Panigale è riuscita ad ovviare questo problema mandando in Qatar gli spagnoli.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Grande solidarietà tra gli addetti ai lavori

In particolare il marchio italiano ha inviato Artur Vilalta, addetto stampa del team, Pedro Rivera Crespo, meccanico di Dovizioso e il croato Kreso Prsa, assistente dello stesso Dovi. L’Aprilia, invece, aveva lasciato a Losail uno dei suoi addetti che questa settimana verrà raggiunto da Antonio Jimenez, ingegnere di Espargaro e altri 4 spagnoli per sistemare tutte le moto e i pezzi da spedire.

Anche Pramac, altro team a forte impronta italiana si è affidato ad alcuni spagnoli presenti nella squadra per recuperare tutto. Inoltre, in questa difficile situazione, un po’ tutto il personale presente in pista a Losail ha contribuito alle operazioni di imballaggio. Come sappiamo il Motomondiale, anche se abbraccia personale da ogni angolo della terra ha uno zoccolo duro formato da spagnoli e italiani e proprio la parte iberica è scesa in pista in queste ore per sopperire ai tanti dipendenti residenti nel nostro paese che purtroppo non sono potuti arrivare in Qatar.

Antonio Russo

Desmosedici GP20 (Getty Images)
Desmosedici GP20 (Getty Images)