Dalla stagione 2020 cambia radicalmente la conferenza stampa del giovedì. Piloti su sgabelli, microfoni senza fili e scompare il tavolo.

Conferenza stampa MotoGP
Conferenza stampa MotoGP (getty images)

Il giovedì di conferenza stampa MotoGP avrà un volto diverso a partire dalla stagione 2020. La Dorna ha ideato un nuovo formati: scompare il tavolo che divide i piloti dalla stampa, saranno seduti su sgabelli, dotati di microfoni senza fili come negli show in tv e riceveranno le domande dai giornalisti presenti in sala stampa.

“Siamo lieti di annunciare una novità relativa al pre-evento del giovedì: la tradizionale conferenza stampa che, dal 2020, sarà più interattiva e coinvolgente. Il nostro principale obiettivo è quello di rendere l’incontro tra piloti e media più dinamico, interessante e attraente per l’audience televisiva di tutto il mondo”, si legge nel comunicato diramato sul sito ufficiale Motogp.com.

Leggi anche -> La Honda voleva correre in Qatar. Ma ora approfitta dello stop

Video, sgabelli e più interazione con i media presenti

Tra le altre novità verrà mostrato un video riassuntivo della gara precedente, in modo che i piloti possano commentare quanto avvenuto in base alle domande dei media. L’idea di fondo è quella di trasformare la classica conferenza stampa in un dibattito aperto, con i giornalisti presenti che verranno invitati a fare più domande anzichè aspettare il momento dedicato ai media per rivolgersi ai piloti. In questo modo si avrà un’atmosfera più conviviale e rilassata che farà gola anche alle emittenti tv, dato che diventerà più coinvolgente e popolare.

Il presentatore Steve Day sarà al fianco dei piloti per gestire gli interventi dei giornalisti presenti in sala. La tradizionale conferenza stampa, col tavolo, continuerà a svolgersi come al solito venerdì, sabato e domenica al termine dei turni di prove libere, qualifiche o della gara. Questo week-end in Qatar, il video sarà riassuntivo della stagione 2019. Parteciperanno alla conferenza Jorge Navarro, Jorge Martin, Remy Gardner, Filip Salac, Tony Arbolino e Ai Ogura.

Conferenza stampa MotoGP (getty images)
Conferenza stampa MotoGP (getty images)