Hyundai Prophecy Concept, il debutto della “forma automobilistica definitiva”

0
81

Hyundai presenta la prossima tappa dello sviluppo della sua filosofia di design con il nuovo concept Prophecy.

hyundai Prophecy
(Image by Motor1)

 

Originariamente previsto per l’oramai annullato Salone di Ginevra, lo studio sta ora facendo il suo debutto online per presentare in anteprima la direzione in cui il produttore sudcoreano continuerà ad evolvere il suo percorso di corporate design Sensuous Sportiness.

Il marchio rivendica audacemente la silhouette sportiva del concept creando la “forma automobilistica definitiva“. La showcar viaggia su una nuova piattaforma per veicoli elettrici, che permette l’utilizzo di “superfici incontaminate e volume puro in combinazione con l’armonia estetica e la funzionalità”.

Abbiamo dato vita a un’altra icona che stabilisce un nuovo standard per il segmento delle vetture elettriche, oltre a spingere la visione del design di Hyundai verso orizzonti ancora più ampi“, commenta SangYup Lee, direttore del design center di Hyundai. “Una parte di questa espansione è ciò che chiamiamo “Futurismo Ottimista“, un concetto di design incarnato dalla Prophecy. Con il Futurismo Ottimista, il nostro obiettivo è quello di creare una connessione emotiva tra gli esseri umani e le automobili“.

Riprendendo il concept 45 dell’anno scorso, la Prophecy incorpora alcune delle idee del suo predecessore, ma le porta ad un livello successivo. Ad esempio, le luci delle lampade a LED sono ora utilizzate per i fari, i fanali posteriori e gli spoiler, con il gruppo batteria che fornisce l’energia per l’apparato propulsore elettrico. Hyundai dice che le lampade a LED saranno presto trasferite ai modelli di produzione del marchio.

Prophecy int
(Image by Motor1)

La Prophecy è concepita come una macchina autonoma senza il tradizionale volante all’interno della cabina. Al suo posto, ci sono un paio di joystick che forniscono “un’esperienza di guida completamente nuova ma rassicurante, familiare e intuitiva. Questa avanzata interfaccia uomo-macchina permette anche al conducente di controllare altre funzioni dell’auto in modo semplice e sicuro, sostiene la casa automobilistica.