F1: ora è guerra, tutti i team si schierano contro la Ferrari

0
3955

Tutti i team di F1, capeggiati dalla Mercedes, con un lungo comunicato si sono scagliati contro la Ferrari per l’accordo raggiunto con la FIA.

Ferrari (Getty Images)
Ferrari (Getty Images)

Negli ultimi giorni si è molto discusso dell’accordo di segretezza reso noto tra la FIA e la Ferrari. Dopo le accuse di Red Bull e altri team, infatti, la Federazione aveva deciso di indagare sulla power unit della Rossa, che era stata tacciata di presunte irregolarità. La cosa si è risolta con un nulla di fatto per ora, ma la stessa FIA non ha voluto rendere noto l’esito dell’indagine svolto a causa per l’appunto di un accordo di segretezza raggiunto con la stessa casa di Maranello.

Leggi anche —> La protesta del team principal: “Il patto Ferrari-Fia è uno scandalo”

La Mercedes però ha così commentato l’accaduto con un comunicato stampa che vede protagoniste anche: McLaren, Racing Point, Red Bull, Renault, Alpha Tauri e Williams: “Noi team sottoscritti, siamo rimasti sorpresi e scioccati dalla decisione presa dalla FIA il 28 febbraio in merito alla conclusione delle sue indagini sulla power unit della Ferrari. Un regolatore sportivo internazionale ha la responsabilità di agire con i più alti standard di governance, integrità e trasparenza”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Mercedes chiede chiarezza

Il comunicato prosegue: “Dopo mesi di indagini che sono state intraprese dalla FIA solo a seguito di domande poste da altre squadre, ci opponiamo fermamente al fatto che la FIA raggiunga un accordo confidenziale con la Ferrari per chiudere la questione. Pertanto dichiariamo pubblicamente il nostro impegno condiviso a perseguire la piena e corretta divulgazione in materia, al fine di garantire che il nostro sport tratti tutti i team in modo equo”.

Infine la lettera si conclude così: “Lo facciamo per conto dei fan, dei partecipanti e delle parti interessate alla F1. Inoltre ci riserviamo il diritto di chiedere un risarcimento legale nell’ambito del giusto processo della FIA e dinanzi a giudici competenti”.

Insomma è guerra aperta tra la Ferrari e tutti gli altri. Naturalmente mancano le firme di Alfa Romeo e Haas, che essendo entrambe motorizzate con propulsori di Maranello non sarebbero mai andate contro il Cavallino Rampante. Si attendono sviluppi e la replica della Ferrari.

Leggi anche —> C’è una soffiata dietro allo scandalo Ferrari: nuova spy story a Maranello?

Antonio Russo

Scuderia Ferrari (Getty Images)
Scuderia Ferrari (Getty Images)