Botta e risposta Espargarò-Ezpeleta: “Gli dirò che ha sbagliato”

0
171

Botta e risposta tra Aleix Espargarò e Carmelo Ezpeleta sull’annullamento della gara in Qatar. Il pilota Aprilia troppo istintivo nei commenti sui social.

Carmelo Ezpeleta (Getty Images)
Carmelo Ezpeleta (Getty Images)

Aleix Espargarò era arrivato a Doha domenica scorsa insieme alla famiglia, in modo da conciliare relax e lavoro. Ma durante il viaggio ha appreso la notizia dell’annullamento della gara di MotoGP, una decisione che ha mandato su tutte le furie il pilota Aprilia che non ha mancato di sfogarsi pubblicamente sui social. “Chapeau alla gestione del GP del Qatar, non si poteva fare di peggio! Chapeau!”, ha scritto sul suo account Twitter non appena è atterrato all’aeroporto di Doha. “Hanno inviato una dichiarazione 48 ore fa dicendo che tutto era a posto, che non c’erano casi e che si andava avanti! Bravi, sembra uno scherzo per bambini!”.

Leggi anche -> La Honda voleva correre in Qatar. Ma ora approfitta dello stop

La risposta del CEO della Dorna

Parole che non sono piaciute al CEO della Dorna Carmelo Ezpeleta che ha risposto a queste dichiarazioni fatte da Aleix Espargaró nel corso del programma El Transistor de Onda Cero. “Quando lo vedrò gli dirò che ha sbagliato. Lo prenderò, perché critica ciò che deve criticare, e gli chiederò ‘Cosa pensi, che ci sia piaciuto sospendere la gara in Qatar? Gli chiederò come avrebbe gestito tutto questo in un modo migliore”.

Il capo della Dorna ha assicurato di aver fatto tutto il possibile per tenere sempre informati i piloti: “Per prima cosa ci hanno chiesto e abbiamo fatto un elenco di tutti gli italiani o residenti italiani che erano nel Mondiale. Abbiamo compilato l’elenco venerdì e lo abbiamo inviato con i nomi, le origini e i voli con cui sarebbero arrivati, in modo che se venisse presa questa misura [quarantena obbligatoria], a questi signori potesse essere effettuato un test del coronavirus più veloce del normale. Lo abbiamo fatto e l’abbiamo presentato, erano circa 500 le persone che venivano dall’Italia“.

Tutto inutile dinanzi al muro eretto dalle autorità del Qatar che hanno imposto la quarantena obbligatoria a italiani, giapponesi e altri Paesi a rischio. “C’erano sei piloti italiani a cui veniva negata l’entrata e senza piloti non possiamo svolgere i Gran Premi”.

Aleix Espargaro
Aleix Espargaro (Getty Images)