Vietti e il primo incontro con Valentino Rossi: “Mi ha emozionato”

Celestino Vietti ha raccontato del suo primo incontro con Valentino Rossi, suo grande idolo sin da quando era un bambino e guardava la MotoGP in TV.

Celestino Vietti (Getty Images)
Celestino Vietti (Getty Images)

Celestino Vietti è uno degli astri nascenti del Motomondiale. Il pilota italiano nell’ultimo anno è cresciuto tantissimo portando a casa 3 podi e il 6° posto nel Mondiale. Il rider piemontese punta per il 2020 dritto al titolo iridato per poter poi fare il grande salto in Moto2.

Come riportato da “MotoSprint” il giovane pilota italiano nel parlare dei suoi miti ha così raccontato: “Mi emoziona Valentino Rossi. Da quando ero bambino ero un suo tifoso. Ricordo ancora la prima volta che ci siamo stretti la mano, è stato un momento indimenticabile. Se penso che ora appartengo alla VR46 e vedo il mio idolo tutti i giorni, ci parlo e scambio traiettorie al Ranch condividendo gli allenamenti”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Vietti: “Non mi sembra ancora vero”

Vietti fa parte della VR46 dal 2015 e con loro ha cominciato a correre nel CIV. Alla fine del 2018 è approdato in Moto3 sostituendo Bulega infortunato e qui ha subito impressionato tutti cogliendo un ottimo 3° posto alla seconda gara.

Celestino ha così concluso: “Mamma mia ancora non mi sembra vero che vedo Valentino tutti i giorni. La cosa riguarda anche gli altri ragazzi dell’Academy, voglio davvero bene a tutti. Fino a qualche anno fa li guardavo dalla TV e li ammiravo molto e dicevo tra me e me che magari un giorno ci sarei stato anche io e ora sono qui. Se dovessi giocarmi la vittoria all’ultimo giro di una gara Valentino mi ha consigliato di restare freddo e lucido e non pensare a niente. Un consiglio di un campione così vale più dei miei mille perché”.

Antonio Russo

Vietti (Getty Images)
Vietti (Getty Images)