L’analisi: ecco quanto vantaggio ha (davvero) la Mercedes sulla Ferrari

0
1345

La Mercedes avrebbe tre decimi di vantaggio sulla Red Bull, mentre la Ferrari sarebbe terza forza a cinque-sei decimi: l’analisi di una rivista tedesca

La Mercedes di Valtteri Bottas davanti alla Ferrari di Sebastian Vettel nei test F1 di Barcellona (Rudy Carezzevoli/Getty Images)
La Mercedes di Valtteri Bottas davanti alla Ferrari di Sebastian Vettel nei test F1 di Barcellona (Foto Rudy Carezzevoli/Getty Images)

In testa c’è (o, per meglio dire, ci sarebbe) la Mercedes, con tre decimi di vantaggio sulla Red Bull e cinque o sei decimi sulla Ferrari. Questa è la griglia di partenza virtuale emersa dai test F1 di Barcellona, secondo un’analisi svolta da diversi ingegneri del Mondiale e commissionata dalla rivista specializzata tedesca Auto Motor und Sport.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La testata teutonica ha raccolto dati come tempi sul giro, Gps, mescole di gomme utilizzate, ha stimato i carichi di carburante e le mappature del motore, e ha messo in mano tutta questa mole di statistiche a numerosi tecnici, che hanno partorito questa valutazione piuttosto precisa del passo visto durante le prove. La vettura più veloce del lotto, quella da battere, il punto di riferimento anche in questa stagione, manco a dirlo, è la Mercedes. “Riescono a fare giri veloci con grande facilità”, ha ammesso Sebastian Vettel a proposito dei suoi rivali della Freccia d’argento.

Mercedes davanti a Red Bull e Ferrari

L’analisi pubblicata da Auto Motor und Sport confermerebbe dunque la versione ufficiale di Maranello: quella secondo cui la Scuderia non ha nascosto la reale competitività della SF1000, ma si è trovata realmente di fronte ad una monoposto deludente rispetto alle aspettative. “Quello che avete visto è il nostro vero potenziale”, ha dichiarato esplicitamente il team principal Mattia Binotto. Tanto che, ad oggi, la Rossa sarebbe addirittura la terza forza del campionato.

Leggi anche —> Ferrari terza forza in campo. I test hanno ridotto le attese

Dietro al Cavallino rampante, secondo il giornale tedesco, si piazzerebbero la Racing Point, poi la McLaren, la Renault, la AlphaTauri, la Haas e la Alfa Romeo. La Williams rimarrebbe fanalino di coda, ma sarebbe stata in grado di avvicinarsi a meno di un decimo dagli avversari diretti.

Si tratta davvero di una gerarchia credibile, che riflette i reali valori in campo e i rapporti di forze tra le varie squadre che si presentano al via della stagione di Formula 1 che si appresta ad iniziare? Per ora dobbiamo fidarci dell’opinione degli esperti. Ma l’ultima parola, come sempre, ce l’avrà la pista, a partire dal Gran Premio inaugurale del 2020.

La Ferrari di Charles Leclerc davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton nei test F1 di Barcellona (Foto Josep Lago/Afp/Getty Images)
La Ferrari di Charles Leclerc davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton nei test F1 di Barcellona (Foto Josep Lago/Afp/Getty Images)