Formula 2: domina l’italiano Ghiotto, ma anche Mick Schumacher va forte

La Formula 2 completa i suoi tre giorni di test precampionato: in testa l’italiano Luca Ghiotto, Mick Schumacher è un ottimo quarto

Mick Schumacher nei test di Formula 2 in Bahrein (Foto Prema)
Mick Schumacher nei test di Formula 2 in Bahrein (Foto Prema)

Si chiudono nel segno dell’italiano Luca Ghiotto i tre giorni di test precampionato della Formula 2, andati in scena sul circuito del Sakhir in Bahrein. Il portacolori del team Hitech Grand Prix ha staccato, nella sessione pomeridiana dell’ultima giornata di oggi, martedì, un tempo di 1:41.252 che è risultato il più veloce di tutte le prove.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Buoni riscontri anche da parte dell’attesissimo Mick Schumacher, che ha chiuso la giornata con il quarto tempo. Il figlio d’arte, del team Prema, alla sua seconda stagione nella categoria cadetta, ha girato con costanza di rendimento, sperimentando molte configurazioni tecniche diverse nonostante qualche bandiera rossa che ha ostacolato le operazioni. Il test era particolarmente importante perché ha rappresentato l’unica occasione di provare le nuove gomme Pirelli da 18 pollici prima dell’esordio del campionato, fissato dal 20 al 22 marzo prossimi, sempre in Bahrein.

“Sono felice di come sono andati i tre giorni”, ha ammesso Schumi Jr. “Comprendere i nuovi pneumatici era certamente l’aspetto principale. Abbiamo completato il nostro programma senza problemi degni di nota e quindi raccolto molti dati utili. Tuttavia la gestione delle gomme è ancora un lavoro in corso e impareremo di più sulle nuove slick durante la stagione. Sono stato contento di tornare in pista dopo la pausa invernale e tutto il team non vede l’ora di tornare in Bahrein tra due settimane per iniziare la stagione 2020”.

Leggi anche —> Evento in onore di Michael Schumacher: tante star presenti (FOTO)

Mick Schumacher nei test di Formula 2 in Bahrein (Foto Prema)
Mick Schumacher nei test di Formula 2 in Bahrein (Foto Prema)