MotoGP costretta a saltare il Gran Premio del Qatar 2020 a causa delle disposizioni riguardanti il Coronavirus. Anche la Superbike potrebbe non correre a Losail.

Qatar Losail Circuit
Losail International Circuit – Qatar (©Getty Images)

Ieri è stato ufficializzato che la MotoGP non gareggerà in Qatar in quello che doveva essere il primo gran premio del campionato 2020. Solamente Moto2 e Moto3 correranno, visto sono già da giorni nel Paese asiatico per l’ultimo test invernale.

La causa della decisione è dovuta all’ormai noto problema del Coronavirus, ormai diffuso sia in Italia che in tanti altri Paesi. Il Governo qatariota ha adottato misure restrittive sugli ingressi dall’estero, bloccando voli provenienti da luoghi specifici e imponendo quarantene per isolare i potenziali contagiati.

Leggi anche -> MotoGP, cancellato il GP di Losail per coronavirus

L’Italia è stata inserita nella “black-list” del Qatar e ciò ovviamente crea un problema per quanto riguarda la disputa dell’appuntamento MotoGP, essendoci tantissimi italiani nel paddock. La top class del Motomondiale non correrà presso il Losail International Circuit, dove andranno di scena solo le classi Moto3 e Moto2.

A questo punto sembra fortemente a rischio anche il round Superbike previsto per il 13-15 marzo. Non c’è ancora un comunicato ufficiale, ma la cancellazione dell’appuntamento è ritenuta molto probabile. Tra l’altro, negli scorsi anni il round del Qatar rappresentava l’ultima tappa del calendario SBK e quest’anno è diventato il secondo a causa dell’addio della Thailandia. A proposito della Thailandia, il gran premio MotoGP è stato rinviato sempre a causa del coronavirus.

In caso di cancellazione dell’evento Superbike a Losail, il campionato riprenderebbe il 27-29 marzo in Europa con il round di Jerez de la Frontera.