Scott Redding felice delle sue prime gara nel Mondiale Superbike su Ducati. In Australia è andato vicino a vincere e ha battuto nettamente il compagno Chaz Davies.

Scott Redding Superbike
Scott Redding (©Getty Images)

Scott Redding ha conquistato tre terzi posti nel suo primo round nel campionato mondiale Superbike. Un inizio positivo in Australia per il pilota del team Aruba Racing Ducati.

Non ha avuto il debutto dominante di Alvaro Bautista nel 2019, ma ha comunque conquistato buoni risultati e gestito bene le tre manche. È arrivato a pochi millesimi dalla vittoria e con una maggiore esperienza con moto e gomme potrà solo migliorare. Prendere tre podi in questo weekend di grandi battaglie per le prime posizioni deve renderlo soddisfatto.

Leggi anche -> SBK, Rea: “Volevo vincere anche Gara 2, la gomma è calata”

Superbike 2020, Redding dopo Gara 2 in Australia

Redding è contento del suo esordio nel campionato mondiale Superbike: «È stato bello. Sono in una buona posizione – spiega a Speedweek – dopo il primo round dell’anno. Il mio più grande problema in tutte le gare è stata la gomma anteriore. Ho dovuto cercare di gestirla sfruttando anche la mia esperienza passata, ma non è bastato. Eravamo forti, la moto funzionava bene e la squadra lavora positivamente. Non mi fanno pressioni. Ci sono piccole aree della moto da migliorare per aiutarmi. Comunque stiamo lottando per le vittorie, ho chiuso a pochi millesimi dal primo posto. Niente male per il mio debutto nel Mondiale SBK».

Sono state tre manche di grandi lotte con tanti piloti coinvolti nelle prime posizioni. Davanti abbiamo visto un gruppo abbastanza numeroso ed è stato interessante vedere le varie battaglie: «In Gara 2 il gruppo era enorme – spiega Scott – e tutti cercavano di risparmiare le gomme. È facile rimanere bloccati e il ritmo viene disturbato. Bisogna rimanere calmi e concentrati. In questo weekend ho imparato e fatto esperienza. Sono secondo nella classifica generale perché sono rimasto calmo».

Il pilota del team Aruba Racing Ducati ha gestito con maturità le tre gare di Phillip Island e spera di ottenere di più in Qatar: «Credo che a Losail potremo essere più forti. Prima di questo round c’erano grandi pressioni e aspettative. L’importante è essere stato in lotta per vincere e il miglior pilota Ducati con ampio margine».

Il campione BSB 2019 sa cosa è fondamentale per vincere e non lo nasconde: «La costanza è la chiave del successo. Rea è super costante. Mi sono trovato in difficoltà con la gomma anteriore e mi sono chiesto se dovevo andare al limite rischiando un incidente o se dovevo prendere ciò che era possibile senza rischiare». Un Redding maturo in Australia, non c’è dubbio.