SBK, Chaz Davies: “A Phillip Island sempre in difficoltà”

0
55

Chaz Davies non va oltre il 5° posto nella prima gara di SBK in Australia. Il pilota Ducati è rimasto spiazzato dal setting 2019.

Chaz Davies
Chaz Davies (getty images)

Nel primo week-end del WorldSBK Chaz Davies viene messo in ombra dal compagno di squadra Scott Redding. In Gara-2 ha conquistato la sua unica top-5, dopo aver perso la top-10 nella Superpole Race. Nel 2019 l’allora collega di box Álvaro Bautista collezionò tutte e tre le vittorie con l’allora nuovissima Ducati Panigale V4R. Ora è stato Scott Redding a chiudere i tre round con tre podi.

Con l’8°, il 13° e il 5 ° posto, Chaz Davies a Phillip Island va al di sotto delle aspettative. Nella seconda manche è riuscito ad imporsi solo davanti al pilota della Honda Bautista e al rookie Max Scheib (Kawasaki) della Coppa del Mondo. “Phillip Island è una pista speciale in cui ho sempre avuto le mie difficoltà, anche se ho già mostrato gare decenti qui e ho vinto quattro volte”, ha dichiarato il gallese al termine della gara-2. “Abbiamo migliorato, sì, ma non sono completamente soddisfatto. Le condizioni nella seconda manche erano cambiate in modo significativo, quindi dovevi stare ancora più attento con le gomme. Questo mi ha dato la possibilità di andare avanti”.

In Qatar per la rivincita

Adesso il campionato del mondo SBK approderà in Qatar fra meno di due settimane, un tracciato dove Chaz Davies ha fatto registrare ottimi risultati nel finale di stagione 2019. “Conosciamo il nostro set-up lì e questo è stato piuttosto costante alla fine della stagione 2019. Il set-up di Phillip Islanda impiegato nel febbraio 2019 differiva nettamente da quello che attualmente usiamo”, ha detto il pilota dell’Aruba.it Racing Ducati. “Ecco perché non abbiamo avuto riferimenti per questo fine settimana, perché molto è cambiato sulla Panigale V4R in un anno. Ma è pur vero che il nostro lavoro non è stato di grande aiuto”.

Leggi anche -> Superbike, Redding: “Miglior pilota Ducati con margine”