Superbike, Razgatlioglu: “Ero teso, questa vittoria mi serviva”

Toprak Razgatlioglu felice per il trionfo in Gara 1 Superbike in Australia. Il pilota turco del team Pata Yamaha WorldSBK era all’esordio sulla R1 oggi.

toprak razgatlioglu superbike
Toprak Razgatlioglu (©Getty Images)

Difficile immaginare un debutto migliore in Yamaha per Toprak Razgatlioglu, che ha vinto Gara 1 Superbike in Australia. Nella volata finale ha avuto la meglio su Alex Lowes (Kawasaki), Scott Redding (Ducati) e il compagno Michael van der Mark.

Il pilota turco ha saputo tenere un’ottima gestione della sua corsa. A Phillip Island il consumo degli pneumatici si fa spesso sentire nella seconda parte di manche e nelle prove libere del venerdì lui aveva accusato questo problema quando tentava dei long run. Oggi il team è riuscito a fare il miglioramento necessario per permettergli di vincere.

Leggi anche -> SBK, la caduta di Jonathan Rea a Phillip Island (VIDEO)

Superbike, round Australia 2020: Razgatlioglu si prende Gara 1

Razgatlioglu molto soddisfatto, ovviamente, del risultato conquistato oggi a Phillip Island: «Mi sono sentito meglio sulla Yamaha dal terzo turno di prove libere. La R1 è diventata più facile da guidare – ha detto a Speedweek – e avevo maggiore grip al posteriore. Ero teso perché correvo la prima gara con Yamaha e come pilota ufficiale. Ho sempre detto che avevo bisogno di un buon risultato».

L’allievo di Kenan Sofuoglu è entusiasta di essere riuscito a vincere subito con la Yamaha, moto che sembra sposarsi bene con il suo stile di guida Oggi in Australia prestazione di alto livello per lui: «Inizialmente ho seguito Redding e van der Mark. Negli ultimi quattro giri abbiamo spinto. A due giri dalla fine avuto un problema con la gomma posteriore e a fine gara ho visto che mancava un pezzo. La moto scivolava e l’ultima curva è stata spaventosa. Ho accelerato, ma la gomma è impazzita. Tuttavia, sono stato in grado di vincere. Ho vinto per pochissimo, Lowes si è avvicinato riuscendo quasi a battermi».

Razgatlioglu pensa a Superpole Race e Gara 2 adesso: «Per domenica dobbiamo regolare il setup per poter salvaguardare le gomme. Forse ho attaccato troppo nei primi giri, non lo ancora. La Superpole Race da 10 non dovrebbe essere un problema, ma serve fare qualcosa di importante per la seconda manche». Vedremo se Toprak si confermerà in zona podio.