Chi pensava che dai test del Montmelo si sarebbe usciti senza polemiche si sbagliava. Dopo il caso DAS Mercedes, ora è tempo delle Pirelli.

(©Getty Images)

In fin dei conti c’era da aspettarselo. Che attorno al fornitore unico della F1 ci fosse della maretta era noto sin dalle ultime gare del 2019. Allora un po’ tutti i piloti, seguiti da qualche dirigente avevano espresso il loro malcontento per i prototipi propositi in vista la nuova stagione, dunque era inevitabile che alla prima occasione del 2020 non scoppiasse l’incendio.

Ad entrare a gamba tesa nei confronti del costruttore milanese, il sei volte iridato Lewis Hamilton, critico soprattutto a proposito della pressione dello pneumatico, da lui definita eccessiva.

Secondo il piano iniziale la Pirelli avrebbe dovuto portare in Spagna e per il resto del campionato un prodotto totalmente inedito, disegnato per fronteggiare l’incremento del downforce sulle vetture, ma le proteste di cui sopra, seguite alla prova in pista, l’hanno portata a stracciare il progetto e ad adattare le vecchie “scarpe” alle monoposto che abbiamo appena visto in azione al Catalunya.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“Le hanno gonfiate troppo, il che non è il massimo. Quelle dello scorso anno andavano bene”, ha contestato il campione della Mercedes ad F1i.com. “Penso che dovremmo lavorare nell’ottica di assicurarci la miglior tecnologia e i partner migliori. Fare in modo che garantiscano un passo avanti”.

Per Ham la questione non è sottovalutare e deve essere da stimolo per il 2021 quando la rivoluzione tecnica investirà l’intero pacchetto.

“E’ un aspetto di grandissima rilevanza”, ha ribadito. “Bisogna ridurre l’aerodinamica e migliorare le gomme. Per tantissimo tempo abbiamo discusso del degrado, in particolare di quello termico, ma quando lo scorso novembre in Brasile ci siamo seduti con loro a parlarne, ci hanno risposto che era la prima volta che emergeva un problema simile”, la frecciata conclusiva dell’inglese.

Lewis Hamilton sulla Mercedes W11 allo shakedown di Silverstone (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton sulla Mercedes W11 allo shakedown di Silverstone (Foto Lat Images/Mercedes)

Chiara Rainis