SBK Australia, Toprak Razgatlioglu: “Problemi in curva e con il grip”

0
37

Toprak Razgatlioglu a Phillip Island chiude 2° nelle prove libere, ma accusa qualche problema di consumo gomme e in curva con la R1.

Toprak Razgatlioglu a Phillip Island
Toprak Razgatlioglu a Phillip Island (getty images)

Toprak Razgatlioglu ha concluso le prove libere del venerdì a Phillip Island al secondo posto. Il pilota Yamaha deve però ancora limare qualche decimo per puntare al gradino più alto del podio, ma si tratta solo di prove libere. Scott Redding ha dominato la giornata di libere, ma Jonathan Rea sicuramente tornerà a farsi avanti già nella giornata di domani.

Fatto sta che il pilota turco della Yamaha ha subito instaurato un ottimo feeling con la R1 a Phillip Island, sfoggiando uno stile di guida spettacolare e aggressivo con la Yamaha. “Ho guidato una simulazione di gara con circa dodici giri. Avevamo montato un nuovo pneumatico, ma dopo otto giri l’aderenza è calata”, ha spiegato Toprak Razgatlioglu. “Ho guidato come in una gara e le cose non stavano andando troppo male. L’intera distanza di gara sarà difficile. Inizierò lentamente e dovrò ponderare la velocità con attenzione”.

Leggi anche -> Superbike Australia, classifica Prove Libere: vola Redding su Ducati

I maggiori problemi Toprak li accusa nel settore finale del tracciato australiano, dove risulta addirittura uno dei più lenti. “L’ultima curva è un problema. A volte la moto funziona abbastanza bene, altre funziona meno. Quindi stiamo provando a fare un grande cambiamento per la giornata di sabato. Mi aspetto quindi che il feeling sia significativamente migliore”, ha aggiunto il pilota della Yamaha. “Il comportamento della R1 nelle curve è il mio problema più grande in questo momento. Non è nemmeno un dramma, ma penso che potrebbe essere migliore. Proveremo quindi un diverso assetto e continueremo a occuparci delle gomme. Lo SC1 standard ha molto più grip, la sensazione è piuttosto buona”.