I troppi problemi di affidabilità riscontrati dai motori Mercedes nelle due settimane di test F1 a Barcellona non lasciano tranquillo Lewis Hamilton

Lewis Hamilton ai test F1 di Barcellona (Foto Charles Coates/Getty Images)
Lewis Hamilton ai test F1 di Barcellona (Foto Charles Coates/Getty Images)

“Sì, sono preoccupato”. Lewis Hamilton rompe il silenzio, e pronuncia quelle fatidiche parole che la Mercedes temeva e che il resto della Formula 1 aspettava con impazienza. “Abbiamo molti problemi da risolvere”, ammette il campione del mondo in carica. E il peso di queste dichiarazioni è tanto più grande perché vengono pronunciate quando ormai il tempo a disposizione per lavorare nei test precampionato è concluso.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

A preoccupare il pilota anglo-caraibico e la sua Freccia d’argento è l’affidabilità del motore, che in appena sei giorni di prove si è rotto per ben quattro volte: due sulla Williams, due sulla macchina del team ufficiale. Già nella prima settimana un guasto elettrico aveva costretto Valtteri Bottas a sostituire il propulsore, ieri è toccato allo stesso Hamilton restare a piedi, per una perdita di pressione dell’olio.

Hamilton sprona la Mercedes

Insomma, la tenuta della power unit è “sicuramente una preoccupazione”, afferma il sei volte iridato, senza più nascondersi. “Normalmente, in questi test precampionato siamo molto più sicuri della nostra affidabilità, mentre stavolta dobbiamo affrontare una situazione non certo perfetta. Abbiamo scoperto di avere molti guai e non so quanto ci vorrà per rimediare”.

Gli ingegneri di Brixworth sono già al lavoro a pieno regime: “Non è un fatto negativo scoprire questi inconvenienti durante i test, ma di sicuro non ci troviamo di fronte uno scenario facile o rilassato. Ho fiducia nei ragazzi che lavorano in fabbrica, nelle loro capacità di analizzare e fare del loro meglio nelle prossime settimane, per permetterci di cominciare la stagione con il piede giusto”.

Eppure, alla vigilia dell’inizio del calendario 2020 della Formula 1, la Mercedes non sembra più la solita invincibile e granitica corazzata a cui siamo abituati. E stavolta non sembra trattarsi di pretattica: “Possono pensare che si tratti di una guerra psicologica, ma non è così”.

Leggi anche —> Questa è la vera Ferrari! E in Mercedes ormai è allarme affidabilità

Lewis Hamilton sulla Mercedes in pista ai test F1 di Barcellona (Foto Josep Lago/Afp/Getty Images)
Lewis Hamilton sulla Mercedes in pista ai test F1 di Barcellona (Foto Josep Lago/Afp/Getty Images)