Allo start del mondiale, che sia in Australia o altrove, la Ferrari si troverà a fronteggiare un’avversaria in più oltre a Mercedes e Red Bull. La Racing Point.

Ferrari (©Getty Images)

Se ci fermassimo ai dati, comunque sempre da prendere con le pinze, dei test invernali del Montmelo, il verdetto sulla Rossa 2020 non potrebbe che essere negativo. Non fosse per lo slancio di mercoledì pomeriggio quando Sebastian Vettel ha piazzato il tempone, aiutato dalla gomme più morbida, la SF1000 praticamente finora non è esistita.

Che sia tattica, che sia realtà, per adesso non lo sappiamo. Una cosa è certa, il boss Mattia Binotto ha preferito mettere da subito le mani avanti ponendo fine, almeno per quanto concerne le prime gare, a qualunque sogno di gloria da parte dei fan del Cavallino, probabilmente per allontanare la pressione e cercare con calma di raccapezzarsi per trovare una soluzione.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il problema per la Ferrari, potrebbe infatti più grave del previsto. Oltre alle Frecce d’Argento e agli energetici, l’ex Force India a Barcellona ha dimostrato di avere tutto per fare bene. Costantemente nelle posizioni di testa, la scuderia con base a Silverstone, potrebbe rilevarsi la vera sorpresa di inizio campionato. Essendo per molti versi una sorta di W10 mascherata, potrebbe godere dei benefici e dei vantaggi che la Mercedes 2019 indubbiamente aveva. Ecco perché, per non finire al di sotto del podio, l’equipe di Maranello deve rimboccarsi le maniche e pure in fretta.

Dal canto suo il team attualmente di proprietà di Lawrence Stroll resta sul vago, ma l’ottimismo è palpabile. In cuor loro sanno che l’operazione attuata da Stoccarda potrebbe davvero consentirgli di fare l’ambito passo avanti.

E qui, però sorge una questione, quella, forse l’unica, d’aiuto agli italiani, ossia la finanza. Le maggiori disponibilità economiche in zona Modena, potrebbero risultare decisive, in quanto se loro potranno continuare a sviluppare la vettura, gli altri dovranno interrompere per concentrarsi sul progetto rivoluzionario del 2021.

La Racing Point di Lance Stroll in pista ai test F1 di Barcellona (Foto Mark Thompson/Getty Images)
La Racing Point di Lance Stroll in pista ai test F1 di Barcellona (Foto Mark Thompson/Getty Images)

Chiara Rainis