Ebbene sì. Per una volta la F1 ha deciso di non pensare agli introiti e ha agito in controtendenza. Importante il gesto nei confronti dei tifosi.

(©Getty Images)

Avevano acquistato i biglietti per assistere alla seconda sessione di test invernali della F1 al Montmelo, ma a causa del caos creato dall’allarme Coronavirus, hanno preferito non imbarcarsi per la Spagna.

Una vera disdetta per la comitiva che doveva partire dall’Italia, non fosse per la piacevole sorpresa del rimborso. Insomma, almeno in questa occasione oltre alla beffa per il mancato spettacolo non si è sommato il danno dei soldi persi.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

E pensare che ormai il gruppo se n’era fatta una ragione. “C’era l’opzione per procedere all’acquisto con un’assicurazione che ci avrebbe tutelati in caso di cancellazione”, il racconto di uno dei veterani del gruppo Claudio Ronchi, “ma non avendo immaginato motivi che ci avrebbero potuto impedire di essere presenti in pista, non abbiamo ritenuto necessario attivarla”.

Insomma, il COVID-19 in questo caso si è rivelato un colpo di fortuna, se così possiamo definirlo, visto che il Circus e in particolare i responsabili del Circuit de Catalunya dopo aver ricevuto una mail contenente la spiegazione del forfait dai fan hanno ritenuto opportuno fare qualcosa, e ad appena due giorni di distanza dalla presa visione hanno effettuato il bonifico di risarcimento.

Una mossa coraggiosa e lodevole da parte del promoter, soprattutto alla luce dei costi che una struttura come quella di Barcellona deve affrontare per dare vita al pre-campionato e che vengono in parte ricoperti dai tagliandi strappati, come noto, abbastanza carenti già di norma e da un po’ di tempo.

“Il loro gesto che ci ha molto colpiti. Saremo puntualmente presenti tra dodici mesi!”, hanno concluso quelli che potremo definire i fanatici dello shakedown generale prima dalla stagione vera.

Sebastian Vettel saluta i suoi tifosi (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel saluta i suoi tifosi (Foto Ferrari)

Chiara Rainis