Kubica ritorna davanti a tutti: “E pensare che l’anno scorso ero ultimo”

Robert Kubica torna al volante della Alfa Romeo e si prende la soddisfazione di staccare il miglior tempo: “Ma conta di più la sensazione in macchina”

Robert Kubica ai box della Alfa Romeo nei test F1 di Barcellona (Foto Charles Coates/Getty Images)
Robert Kubica ai box della Alfa Romeo nei test F1 di Barcellona (Foto Charles Coates/Getty Images)

Robert Kubica è tornato, e si è riportato davanti a tutti. Al volante della Alfa Romeo, nel suo nuovo ruolo da collaudatore, nella mattinata della prima giornata della seconda settimana di test F1 a Barcellona, il polacco ha staccato il miglior tempo in 1:16.942, prima di cedere il testimone nel pomeriggio al titolare Kimi Raikkonen.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Un bel risultato, che però Kubica festeggia con cautela e realismo: “Non contano molto i tempi, ma le sensazioni in macchina”, ha spiegato al termine del suo turno. “Quando giri due o tre secondi più veloce della settimana precedente, il feeling riflette i passi avanti nelle prestazioni della macchina”.

Kubica, cautela e soddisfazione

Un po’ di comprensibile soddisfazione, però, traspare dalle parole di Robert, che ha fatto un passo indietro rispetto alla scorsa stagione da pilota ufficiale della disastrosa Williams, accettando di tornare a vestire i panni di tester, oltre che debuttare nel campionato turismo tedesco Dtm con la Bmw.

“Il fatto è che l’anno scorso mi trovavate in fondo alla classifica, ora sono in testa”, si toglie un sassolino dalla scarpa il diretto interessato. “Ma, ripeto, non è questo che conta. Abbiamo vissuto una giornata positiva, trovato soluzioni interessanti, che ora possiamo confrontare con i dati raccolti. Peso che il risultato sarà piuttosto chiaro. È importante provare tutte le novità e tenere quelle che funzionano meglio, anche se alcune avranno bisogno di ulteriori miglioramenti prima dell’esordio stagionale in Australia”.

Di nuovo a suo agio con la velocità

Ritrovare velocità è comunque una sensazione che ha un valore importante, per un pilota come Kubica: “La verità è che la settimana scorsa, nella prima mattinata, ho avuto qualche difficoltà ad adattare il mio cervello alla velocità”, ammette. “Dovevo abituarmi ad avere molto più carico aerodinamico, che mi permetteva di andare più forte, ma la mia mente mi diceva che era impossibile. Ci ho messo qualche giro per sbloccare la vera sensazione. Nel paddock della Formula 1 non ho molti amici, perché questo è uno sport piuttosto duro, ma un amico che ho è sicuramente il carico aerodinamico, che mi aiuta molto”. E allora bentornato, Robert.

Leggi anche —> F1 test Barcellona, giorno 1 mattina: grande Alfa, testacoda Vettel (VIDEO)

Robert Kubica in pista sulla Alfa Romeo nei test F1 di Barcellona (Foto Rudy Carezzevoli/Getty Images)
Robert Kubica in pista sulla Alfa Romeo nei test F1 di Barcellona (Foto Rudy Carezzevoli/Getty Images)