Coronavirus, i giapponesi della MotoGP “bloccati” in Qatar

Il Coronavirus spaventa anche la MotoGP. I giapponesi del Motomondiale, infatti, sono stati costretti a restare in Qatar sino alla gara.

Paddock (Getty Images)
Paddock (Getty Images)

La situazione legata al Coronavirus sta diventando ogni giorno sempre più complicata da gestire. Anche in MotoGP l’aria comincia a diventare pesante, alcuni paesi, infatti, sono stati inseriti nella lista di quelli a rischio e ingegneri e tecnici sono molto preoccupati. Il Giappone è entrato purtroppo nella rosa dei paesi dove il contagio sta prendendo piede.

Proprio per questo gli uomini della MotoGP giapponesi sono stati in un certo senso bloccati in Qatar dopo i test. La prima gara del Mondiale, infatti, si disputerà l’8 marzo proprio a Losail. Secondo quanto riportato da “Motorsport.com” i nipponici presenti in Suzuki e Honda resteranno in Qatar, ma alcuni avranno la possibilità di raggiungere paesi non colpiti dal Coronavirus.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Italia non inserita tra i paesi a rischio

I giapponesi della Yamaha, invece, potranno decidere se restare o meno in Qatar. Gli organizzatori del campionato di MotoGP hanno deciso di attendere le direttive di ogni singolo governo dei paesi che ospiteranno il Motomondiale prima di cancellare eventuali GP.

Nonostante il Coronavirus abbia colpito pesantemente nelle ultime ore la nostra penisola in Qatar non è stato ancora posto il veto ai cittadini italiani di entrare nel paese. Nel paddock della MotoGP la presenza giapponese, ma anche italiana è notevole, proprio per questo molti nostri concittadini, anche se hanno avuto il permesso di tornare in Italia hanno deciso comunque di restare in Qatar per non incorrere in problemi futuri visto che la situazione attualmente nel nostro paese è in evoluzione. La speranza è che il tutto si possa risolvere in breve tempo circoscrivendo il più possibile i contagi.

Antonio Russo

MotoGP - Paddock (Getty Images)
MotoGP – Paddock (Getty Images)