Cal Crutchlow: “Non riesco a fare un giro veloce”

0
118

Cal Crutchlow in difficoltà con le gomme nuove e in ingresso curva. Il pilota LCR Honda dichiara: “Non posso fare un giro veloce”.

Cal Crutchlow
Cal Crutchlow (getty images)

Cal Crutchlow rimedia un lieve infortunio alla mano nella seconda giornata di test, nell’ultima giornata non riesce a migliorarsi. A destare qualche preoccupazione non è tanto la caduta, quanto il feeling ancora in divenire con la Honda RC213V 2020. Il britannico della LCR Honda ha concluso 18° nella classifica combinata e nutre non pochi dubbi in vista della prima gara. Il distacco dalla vetta è di circa un secondo.

Il miglior pilota Honda è stato anche il campione del mondo Marc Márquez al settimo posto davanti al compagno di squadra di Crutchlow, Takaaki Nakagami, all’ottavo. “Abbiamo continuato a lavorare con la moto 2020, che è quella che avevamo a disposizione. Abbiamo provato alcune nuove parti e fatto molti giri. Ho una squadra che lavora sodo alle mie spalle. Voglio ripagarli. Ho trovato alcune cose positive, ma ci sono anche cose negative. Nel complesso, sono contento del mio ritmo”.

Leggi anche —> Marquez, la moto 2019 funziona: “Sono felice, c’è stata la svolta”

Crutchlow in difficoltà con gomme nuove

Tra una decina di giorni prenderà il via il Gran Premio del Qatar, su una pista solitamente sfavorevole alle caratteristiche tecniche della RC213V, che soffre non poco nel curve a veloce percorrenza. “Al momento sembra che mi qualificherò nelle retrovie e forse poi rimonterò. Ma prima dovrei superare molti piloti. Non riesco a fare un giro veloce. Quando la gomma si consuma, riesco a guidare meglio, e questo è strano. Continueremo a lavorare. Sono sicuro che HRC ha capito meglio cosa fare dopo tre giorni di prove”.

Resta un pessimo feeling con l’anteriore in entrata di curva, la speranza è che Marc Marquez abbia scovato davvero qualcosa di interessante nell’ultimo giorno di test, quando ha provato diverse componenti 2019 e un nuovo telaio. Per quanto riguarda il suo incidente di domenica Cal Crutchlow può ritenersi fortunato per non aver riportato ferite rilevanti: “Mi si è abrasa la tuta. Dalla mano al gomito, tutto è stato immediatamente coperto di sangue. Ho quindi trascorso circa due ore nella clinica mobile di fronte al ventilatore, per far attenuare il gonfiore. Ma nei primi dieci giri ho accusato molto dolore”.

La Honda di Cal Crutchlow nei test MotoGP in Qatar (Foto Lcr)
La Honda di Cal Crutchlow nei test MotoGP in Qatar (Foto Lcr)