Test Losail, Alex Marquez: “Abbiamo più problemi del previsto”

Alex Marquez non nasconde qualche preoccupazione nel test MotoGP in Qatar. Nel day-3 va alla ricerca di un migliore setting per la sua RC213V.

Alex Marquez
Alex Marquez (getty images)

C’è una certa preoccupazione nel team Honda e in particolare nell’angolo di box di Alex Marquez. Il rookie della MotoGP sembra pensieroso dopo il secondo dei tre giorni di test in Qatar. “Abbiamo più problemi qui a Losail che a Sepang”. Il circuito arabo non è mai stato il top per le RC213V, ma il campione Moto2 patisce anche l’approccio con una moto difficile, più di quanto previsto al momento della firma.

A rendere ancora più in salita il percorso di Alex Marquez è qualche piccolo problema di salute: “Sono rimasto a casa con l’influenza per tutta la scorsa settimana, ma ora mi sento un po’ meglio e speriamo che vada ancora meglio l’ultimo giorno del test”. Non prevedeva così tanta difficoltà ad adattarsi alla Honda, ma il fattore tracciato ha il suo peso: “Abbiamo più problemi qui in Qatar, soprattutto in percorrenza di curva. Nelle curve veloci devo piegare molto perché non ci troviamo così bene in curva. Abbiamo problemi sotto questo aspetto, e ciò vale anche per la fase di frenata”.

Al lavoro sul setting della Honda

Troppo grande la differenza tra Sepang e Doha, qui anche suo fratello Marc Marquez e Cal Crutchlow riscontrano non pochi problemi: “Sappiamo che la Honda ha sempre incontrato problemi qui, soprattutto nel test IRTA, quindi cerchiamo di affrontarli, di trovare la soluzione migliore e di prepararci per la gara”. Alex Marquez oggi lavorerà sull’elettronica per aggiustare il setting in vista della gara che si correrà a Losail fra meno di due settimane. Nel box si sta vagliando anche l’ipotesi di un freno posteriore a pollice: “Uso molto il freno posteriore con il piede, il mio obiettivo principale ora non è provare un freno a pollice o cose del genere. Ho ancora molto da migliorare e da imparare. Quindi non è una priorità. E non credo sia questo il motivo per cui siamo troppo indietro”.

Leggi anche —> Honda ha capito l’errore: Marquez non sarà un altro Valentino Rossi

Alex Marquez
Alex Marquez (getty images)