Sean Mitchell ha dichiarato in un tweet che sarebbe stato disposto a scommettere che Tesla non avrebbe avuto una macchina con celle LFP prismatiche. Si sbagliava.

tesla batterie prisma
(Image by Motor1)

 

Siamo lieti che non l’abbia fatto, dato che ha confermato con le sue stesse fonti che questo accadrà presto, probabilmente entro aprile. Oltre a confermare ciò che ‘Benchmark Mineral Intelligence‘ dichiara, Mitchell ha anche aggiunto interessanti informazioni contenute nel video in calce.

Secondo lo youtuber, Tesla ha discusso con il CATL per circa un anno per adottare questo nuovo formato di celle e la chimica nella suo entry-level MIC (Made In China) Model 3. Il Chinese Standard Rage avrà un’autonomia di oltre 250 km per poter beneficiare dei sussidi ai veicoli elettrici, sarà molto più economico degli attuali derivati in vendita, e durerà anche più a lungo, grazie alla chimica del litio-fosfato di ferro.

Tesla non si è concentrata su una batteria senza cobalto per motivi ambientali. L’ha scelto solo per il suo effettivo prezzo. Mitchell riesce a risparmiare fino al 20 per cento. In un’auto da 30.000 euro, si tratta di un risparmio di quasi il 10 per cento di differenza. Ma il fatto è che la Tesla risparmierà ancora di più.

Simon Moores, amministratore delegato di ‘Benchmark Mineral Intelligence‘, parla di un risparmio superiore al 25%. Se calcoliamo in base a questo numero – il 25 per cento – il costo della batteria scende a meno di 10.000 euro. È quasi lo stesso prezzo stimato da Munro & Associates per il pacco batteria della BMW i3 da 22 kWh.

Non stiamo nemmeno aggiungendo all’equazione il fatto che la CATL utilizzerà un nuovo metodo per aumentare la densità di energia della chimica della LFP chiamato Cell-to-Pack – o CTP. In pratica si risparmia peso, permettendo al pacco batteria di offrire più energia con la stessa massa di una soluzione meno densa di energia.

Per chi non lo ricordasse, nel 2016 il governo cinese offriva maggiori incentivi proprio in relazione alle celle LFP. Questi incentivi sono ancora in vigore? Avrebbero avuto un ruolo nella decisione di Tesla?

Qualunque sia la risposta, non vediamo l’ora di vedere cosa avrà da offrire questo nuovo entry-level Tesla Model 3. Inoltre, ci piacerebbe vedere Tesla esportarlo se è davvero così buono in termini di costi, ma questo non è molto probabile. Tesla avrà probabilmente molto lavoro da fare per soddisfare la sola domanda cinese.

Vi lasciamo al video: