Yamaha davanti nel primo giorno di test Superbike a Phillip Island. Toprak Razgatlioglu ha siglato il miglior tempo. Quarto Jonathan Rea, lontano Alvaro Bautista.

Toprak Razgatlioglu Superbike
Toprak Razgatlioglu (foto Pata Yamaha WorldSBK)

Il primo dei due giorni di test Superbike a Phillip Island ha visto Toprak Razgatlioglu chiudere davanti a tutti. Il pilota del team ufficiale Pata Yamaha WorldSBK ha chiuso in 1’30″740.

Solamente 22 millesimi il vantaggio sulla BMW di Tom Sykes e solamente 37 rispetto alla Yamaha Ten Kate di Loris Baz. I primi tre della classifica sono vicinissimi. Non è distanza da Razgatlioglu neppure Jonathan Rea, che con la sua Kawasaki accusa un ritardo di 256 millesimi. Il cinque volte campione SBK ha lavorato molto sul passo gara e probabilmente qualche decimo sul giro secco lo ha tenuto da parte.

Buona quinta posizione per Leon Haslam (+0″456), è il primo dei piloti Honda. Decisamente meglio del compagno Alvaro Bautista, quindicesimo a 1″8 da Razgatlioglu. Lo spagnolo sta ancora faticando in sella alla CBR1000RR-R Fireblade, non sta riuscendo ad esprimere il massimo potenziale.

Sesto tempo finale per Scott Redding con la prima delle Ducati Panigale V4 R. Il campione BSB 2019 accusa un gap di 496 millesimi dal leader di giornata. Anche lui come Rea probabilmente potrebbe spingere maggiormente sul time-attack e si è concentrato soprattutto sul ritmo. In top 10 anche Michael van der Mark, Eugene Laverty, Alex Lowes e Chaz Davies.

Undicesima piazza per Sandro Cortese con la Kawasaki del team Puccetti Racing, precede Michael Ruben Rinaldi sulla Ducati Panigale V4 R della squadra Go Eleven. Distacchi da oltre 1″5 per entrambi. Sedicesima piazza per il rookie Federico Caricasulo del team GRT Yamaha, che chiude davanti al compagno Garrett Gerloff ma con un gap comunque alto (quasi 2″). Da segnalare che la Honda di Takumi Takahashi ha preso fuoco durante la sessione mattutina a causa di un problema tecnico alla curva 3. Domani secondo e ultimo giorno di test SBK in Australia.

Superbike 2020, test Phillip Island: tempi ufficiali e classifica finale day-1.

1. Toprak Razgatlioglu (TR), Yamaha, 1:30″740
2. Tom Sykes (GB), BMW, 1:30″762
3. Loris Baz (F), Yamaha, 1:30″777
4. Jonathan Rea (GB), Kawasaki, 1:30″996
5. Leon Haslam (GB), Honda, 1:31″196
6. Scott Redding (GB), Ducati, 1:31″236
7. Michael van der Mark (NL), Yamaha, 1:31″252
8. Eugene Laverty (IRL), BMW, 1:31″585
9. Alex Lowes (GB), Kawasaki, 1:31″665
10. Chaz Davies (GB), Ducati, 1:32″113
11. Sandro Cortese (D), Kawasaki, 1:32″264
12. Michael Rinaldi (I), Ducati, 1:32″272
13. Xavi Fores (E), Kawasaki, 1:32″414
14. Maximilian Scheib (RCH), Kawasaki, 1:32″498
15. Alvaro Bautista (E), Honda, 1:32″541
16. Federico Caricasulo (I), Yamaha, 1:32″706
17. Garrett Gerloff (USA), Yamaha, 1:32″829
18. Leon Camier (GB), Ducati, 1:33″629
19. Takumi Takahashi (J), Honda, 1:36″346