La nuova Honda non convince: Marquez torna alla moto dell’anno scorso

Il nuovo motore rende la Honda troppo instabile in curva. Così Marc Marquez riprende in mano la moto 2019 dal box di Takaaki Nakagami

La Honda di Marc Marquez in pista nei test MotoGP in Qatar (Foto Gold & Goose/Red Bull)
La Honda di Marc Marquez in pista nei test MotoGP in Qatar (Foto Gold & Goose/Red Bull)

Sì, Marc Marquez è in difficoltà. E stavolta non ci riferiamo ai postumi dell’operazione alla spalla, né tantomeno alla solita pretattica con cui il Cabroncito gioca psicologicamente con i suoi diretti rivali. Quello che è emerso dai test MotoGP in corso di svolgimento in Qatar è un vero e proprio allarme sulla Honda 2020. Non certo irrisolvibile, ma non per questo meno preoccupante.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Proprio sulla stessa pista in cui già la settimana prossima scatterà il primo semaforo verde del Motomondiale, infatti, la Casa alata si riscopre improvvisamente debole, più lenta del previsto, e soprattutto instabile all’anteriore, sia in ingresso che in uscita di curva. Colpa delle nuove gomme Michelin, che la RC213V (come del resto anche la Ducati) sembra digerire con difficoltà, ma anche dell’ultima specifica del motore, che costringe i piloti a forzare troppo nella guida.

Marquez in pista con la Honda 2019 di Nakagami

“Situazione critica, sono preoccupato”, ha dichiarato senza nascondersi ieri il campione del mondo in carica. Ed oggi, nel suo box, sono scattate le contromisure. Già nel corso della mattinata, gli ingegneri della Honda ufficiale hanno chiesto in prestito al team satellite Lcr una delle moto di Takaaki Nakagami, ovvero del modello dello scorso anno, l’hanno ridipinta di nero in fretta e furia con una bomboletta spray e l’hanno affidata a Marquez.

Così, il fuoriclasse catalano è sceso in pista a Losail con la versione della passata stagione, quella che gli ha regalato l’ottavo titolo mondiale. Un passo indietro necessario a confrontare una volta di più le prestazioni della vecchia e della nuova Honda, a parità di gomme, ma anche a comprendere il da farsi.

Quella di oggi è infatti l’ultima giornata di prove precampionato a disposizione di tutti, e se di tempo per risolvere i problemi tecnici emersi, in vista della gara inaugurale del calendario, non ce ne fosse più abbastanza, allora potrebbe farsi strada un’ipotesi clamorosa: che Marc Marquez cominci il 2020 in sella alla moto 2019…

Leggi anche —> MotoGP, Marc Marquez: “Preoccupato, in Qatar soffriamo”

La Honda di Marc Marquez in pista nei test MotoGP in Qatar (Foto Gold & Goose/Red Bull)
La Honda di Marc Marquez in pista nei test MotoGP in Qatar (Foto Gold & Goose/Red Bull)