Honda, piove sul bagnato: adesso si fa male anche Cal Crutchlow

Crutchlow cade sul finale della seconda giornata di test MotoGP in Qatar e si infortuna al braccio destro. Intanto continua a faticare con la nuova Honda

La Honda di Cal Crutchlow nei test MotoGP in Qatar (Foto Lcr)
La Honda di Cal Crutchlow nei test MotoGP in Qatar (Foto Lcr)

Non bastavano Marc Marquez, ormai guarito dalla sua operazione alla spalla ma ancora dolorante ad un nervo, e Takaaki Nakagami, a sua volta convalescente per il suo intervento. Ora anche Cal Crutchlow si aggiunge all’affollata infermeria di casa Honda.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ieri, durante la seconda giornata di test MotoGP in Qatar, il pilota inglese è finito per terra e si è fatto male ad un braccio, concludendo anticipatamente le sue operazioni: “Dopo 27 giri”, racconta, “purtroppo sono caduto alla curva 2. Ora ho un ematoma all’avanbraccio destro e abrasioni ad entrambe le braccia. Per questo motivo ho dovuto decidere di concludere i test perché provo parecchio dolore”.

Le conseguenze fisiche della scivolata di Crutchlow non sono gravi, ma comunque si fanno sentire: “In quel momento non riuscivo a muovere le dita perché si sono immediatamente gonfiate molto”, prosegue il portacolori della Honda satellite del team Lcr. “Da allora ho cercato soprattutto di far diminuire il gonfiore sull’avanbraccio destro ed evitare che peggiorasse”.

Ma Crutchlow fatica anche con la nuova Honda

La sua partecipazione alla terza e ultima giornata di oggi è tuttora in dubbio: “Spero che riposando un po’ potrò salire in sella”, ha concluso ieri, prima di lasciare il circuito di Losail. Ma i problemi fisici non sono gli unici guai con i quali sta lottando Crutchlow. Nella domenica conclusa con la caduta, infatti, si è classificato solo ventunesimo, continuando a fare molta fatica a trovare la quadratura del cerchio della sua nuova Honda.

Se già nella passata stagione Cal aveva difficoltà a trovare il giusto feeling con l’anteriore, le nuove gomme Michelin introdotte quest’anno sembrano avere soltanto peggiorato le cose: “Prima dell’incidente stavo lavorando sodo per migliorare la messa a punto della moto e le mie sensazioni rispetto a ieri”, aggiunge. “Ma non ho avuto la possibilità di finire questo lavoro. Spero di poter girare ancora perché ci sono alcune soluzioni che vorrei provare per migliorare il feeling e il tempo sul giro prima del Gran Premio inaugurale”. Il precampionato della Honda non sembra insomma avviato sotto i migliori auspici.

Leggi anche —> MotoGP, Marc Marquez: “Preoccupato, in Qatar soffriamo”

La Honda di Cal Crutchlow nei test MotoGP in Qatar (Foto Lcr)
La Honda di Cal Crutchlow nei test MotoGP in Qatar (Foto Lcr)