Parte il 2020 di Giovinazzi col sogno Ferrari: “Non vedo l’ora”

0
136

Antonio Giovinazzi sogna di arrivare in Ferrari nella prossima stagione, ma per farlo dovrà dimostrare in questa stagione di poter battere Raikkonen.

Giovinazzi e Vettel (Getty Images)
Giovinazzi e Vettel (Getty Images)

Antonio Giovinazzi è pronto a giocarsi una stagione importante in Alfa Romeo. Il driver italiano, infatti, potrebbe rientrare tra i papabili per un posto in Ferrari. Sebastian Vettel non ha ancora rinnovato e se si dovesse rendere protagonista di altri errori come quelli commessi nell’ultimo biennio, a quel punto la Rossa lo lascerebbe a piedi.

A quel punto entrerebbe in gioco proprio Giovinazzi, che è il primo nella lista dei giovani dell’Academy. Dopo Leclerc, infatti, il prodotto del vivaio che maggiormente si è imposto all’attenzione dei vertici della Ferrari è proprio Antonio, che l’anno scorso, promosso finalmente a pilota titolare Alfa Romeo, dopo un inizio zoppicante, ha concluso alla grande il proprio Mondiale.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Giovinazzi: “Siamo riusciti a correre senza avere problemi”

Durante i test l’italiano è sceso in pista dimostrando subito di trovarsi ottimamente con la nuova monoposto: “Sono abbastanza soddisfatto del nostro lavoro, per tutto quello che abbiamo fatto durante la settimana. I primi giri su una nuova vettura sono un momento eccitante, ma non si può distogliere lo sguardo dall’obiettivo principale, che è quello di fare un buon numero di chilometri e dare alla squadra i feedback di cui hanno bisogno”.

Giovinazzi ha subito dimostrato un buon feeling con la C39 e vuole cercare in questa stagione di portare a casa qualche buon piazzamento: “Siamo riusciti a correre senza avere problemi e questa è la cosa principale. Per me, ogni nuovo giro, ogni nuova corsa, significa avere maggiore fiducia nella nuova vettura. Non vedo l’ora di provare questa sensazione la prossima settimana”.

Antonio Russo

Giovinazzi (Getty Images)
Giovinazzi (Getty Images)