L’eleganza di Binotto: “DAS? Battiamoli in pista e non sul regolamento”

0
418

Mattia Binotto ha fatto sapere che la Ferrari non si scaglierà contro la Mercedes, ma cercherà di capire il sistema e nel caso di implementarlo.

Mattia Binotto (Getty Images)
Mattia Binotto (Getty Images)

In casa Ferrari c’è moderata preoccupazione per quanto visto nei recenti test a Barcellona. La Mercedes, infatti, che già a livello aerodinamico impressionava, ha dato un’ulteriore spallata alla concorrenza con il DAS. Secondo alcuni top team però questo dispositivo sarebbe illegale e quindi sono già partite le prime frecciatine attraverso i media.

Come riferisce il sito specializzato internazionale Motorsport.com, Mattia Binotto ha così valutato la situazione: “Noi naturalmente siamo obbligati a valutare di sviluppare o meno un progetto simile per capire se ci può dare un vantaggio. Al momento non abbiamo questa comprensione del dispositivo”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Binotto: “Il DAS potrà essere implementato solo a metà stagione”

Il team principal della Ferrari ha poi proseguito: “Se decidiamo di implementarlo però non sarà possibile prima di metà stagione. Questo è un processo molto lungo perché dovremmo modificare tante cose. Dobbiamo cercare di rendere difficile la vita ai nostri avversari, ma la Mercedes va battuta in pista e non certo a livello regolamentare”.

Infine Mattia Binotto ha così concluso: “Ho sentito che ci sono già molte discussioni al riguardo, ma io non ho ancora esaminato nel dettaglio il dispositivo. Noi ci fidiamo totalmente della FIA e del loro modo di valutare e giudicare queste situazioni. Non abbiamo ancora discusso con i tecnici della Federazione Internazionale. Chiederemo naturalmente dei chiarimenti che sono importanti per noi anche per capire la filosofia del sistema. In ogni caso, come ho già ribadito non si tratta di uno scontro con la FIA, ci fidiamo del loro lavoro”.

Leggi anche —> DAS Mercedes: Red Bull attacca, mentre Ferrari vuole copiare

Antonio Russo

Binotto (Getty Images)
Binotto (Getty Images)