La Ferrari sta giocando a nascondino. Ma è veramente così?

0
6345

In Ferrari sostengono di non aver voluto mostrare il vero potenziale della SF1000 nella prima tre giorni di test al Montmelo, ma è davvero così?

La Ferrari di Charles Leclerc in pista nei test F1 di Barcellona (Foto Ferrari)
La Ferrari di Charles Leclerc in pista nei test F1 di Barcellona (Foto Ferrari)

Se dodici mesi fa dopo la prima tranche di test invernali a Barcellona raccontavamo di una Rossa in versione missile, questa volta la storia è ben diversa. Mai della partita, lenta, priva di guizzi e con qualche problema di affidabilità, la nuova creatura del Cavallino resta un mistero.

Da un lato c’è chi è scettico e crede che per il team italico anche per questo campionato le chance di imporsi e di beffare la Mercedes siano andate; dall’altra, e qui parliamo perlopiù del box di Maranello, c’è chi si ostina a dire che è pure tattica, un atteggiamento opposto a quello tenuto nel 2019 quando erano state subito sparate tutte le cartucce a disposizione rimanendo a secco a stagione ancora da cominciare.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

In soldoni, per evitare di replicare la magra figura dalla passata campagna la Ferrari avrebbe optato per un cambio strategico lasciando sfogare i tedeschi sia con la W11, sia con la sorellina Racing Point, per poi tentare l’assalto nella tre giorni finale di prove al Catalunya.

Abbiamo cambiato l’approccio, preferendo concentrarci sul lavoro di conoscenza della monoposto e di utilizzo delle diverse configurazioni aerodinamiche“, ha affermato il boss Mattia Binotto. “Un’attività che non ci ha portato ad ottimizzare il setup e a cercare la performance”.

“È vero, dopo questo test ci sono sorti dei dubbi, ma è normale che succeda. In ogni caso è prematuro tirare conclusioni. Per avere un primo quadro reale dei valori in campo dovremo aspettare la prossima settimana quando effettueremo delle simulazioni di qualifica e GP, e soprattutto il primo round in Australia“, ha quindi predicato il dirigente per tenere buoni i tifosi che già si stanno preparando a leccarsi le ferite.

Leggi anche —> Taruffi a TMW: “Questo nuovo approccio non è nello stile Ferrari” (VIDEO)

La Ferrari di Sebastian Vettel nei test F1 di Barcellona (Foto Ferrari)
La Ferrari di Sebastian Vettel nei test F1 di Barcellona (Foto Ferrari)

Chiara Rainis