DAS Mercedes: Red Bull attacca, mentre Ferrari vuole copiare

Mentre la Red Bull accusa la Mercedes d’irregolarità per il sistema DAS, la Ferrari ammette di aver preso in considerazione di copiarlo.

Mercedes (©Getty Images)

Già dalla maniera opposta di affrontare la questione si capisce com’è messa la Rossa. Se gli energetici capitanati dal solito combattivo talent scout Helmut Marko si sono ringalluzziti lanciando propositi di appello alla FIA contro la trovata tecnica, tacciata di essere illegale o appena ai margini, progettata da James Allison per migliorare l’aerodinamica e diminuire gli effetti del drag sulla W11, il muretto di Maranello ha tirato fuori carta e penna per appuntarsi cosa fare per scopiazzare.

In pratica al Cavallino sono talmente in alto mare, privi di idee originali e malandati da non avere neppure un po’ di dignità e tenere nascosta la volontà di riproporre sulla SF1000 una soluzione, quella del volante in stile cloche, a quanto pare vincente.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Da parte nostra sarà un passo obbligato quello di valutare se sviluppare o meno un progetto simile e capire se ci potrebbe garantire o meno un vantaggio in termini di prestazioni.Al momento non abbiamo questa comprensione del dispositivo“, le parole allarmanti lanciate dal paddock del Montmelo dal team principal Mattia Binotto che evidenzia come in scuderia ad oggi si viaggi nella nebbia. Se questo dunque è l’antipasto di quello che sarà il campionato Ferrari, si salvi chi può.

Davanti all’opacità mostrata in pista nella prima tre giorni invernale e soprattutto alle suddette dichiarazioni della dirigenza, come avrebbe potuto reagire un uomo tutto d’un pezzo come era il Drake, il quale, piuttosto che cedere o riconoscere qualcosa alla concorrenza, avrebbe preferito vendere l’anima al diavolo? Noi siamo convinti avrebbe incenerito l’ingegnere nato in Svizzera e scosso i suoi ad avere almeno uno slancio d’orgoglio, quello che manca ormai da troppo tempo nel box rosso, eccessivamente invischiato nella politica e nelle lotte fratricide tra i piloti.

La Ferrari di Sebastian Vettel nei test F1 di Barcellona (Foto Ferrari)
La Ferrari di Sebastian Vettel nei test F1 di Barcellona (Foto Ferrari)

Chiara Rainis