MotoGP, il coronavirus non ferma il Gran Premio della Thailandia

0
95

Il Gran Premio della Thailandia 2020 confermato per il calendario MotoGP. Nonostante i timori legati alla diffusione del Coronavirus, il Governo ha dato le rassicurazioni necessarie per svolgere l’appuntamento senza rischi.

MotoGP Thailandia
Gara MotoGP in Thailandia (©Getty Images)

Il Coronavirus non ferma il Gran Premio della Thailandia, confermato nel calendario MotoGP 2020. L’autorità sportiva thailandese ha comunicato che l’evento, fissato per a marzo, si può svolgere in sicurezza.

FIM, IRTA e Dorna Sports oggi hanno annunciato che il GP avverrà regolarmente. La diffusione in Cina del Coronavirus ha fatto saltare il gran premio cinese della Formula 1 e si temeva che anche nella vicina Thailandia non si potesse gareggiare. Invece Moto3, Moto2 e MotoGP potranno correre sul Chang International Circuit di Buriram.

Sicuramente si tratta di una notizia molto positiva. Il Governo thailandese ha fatto tutte le verifiche necessarie per garantire lo svolgimento in sicurezza dell’appuntamento. FIM, IRTA e Dorna Sports si sono convinte a confermare il gran premio dopo aver richiesto tutti i controlli. Si è occupato di tutto il Dipartimento per il Controllo delle Malattie del Ministero della Sanità Pubblica. Non ci sono rischi e pertanto l’autorità sportiva thailandese ha potuto rassicurare l’organizzazione del Motomondiale.

Nel 2019 la gara MotoGP di Buriram ha sancito la conquista dell’ottavo titolo mondiale per Marc Marquez. Il pilota del team Repsol Honda vinse la gara davanti a Fabio Quartararo, pilota esordiente nella top class. Invece in Moto2 ci fu la vittoria di Luca Marini, fratello di Valentino Rossi e rider dello Sky Racing Team VR46.